Ritardi rimborsi emodializzati, protesta delle ambulanze (VIDEO)

Spesso si tratta di pazienti anziani, con pensioni minime da poche centinaia di euro, che non hanno la possibilità di anticipare i pagamenti a chi effettua il servizio di trasporto per conto dell’Azienda Sanitaria Provinciale

Più informazioni su


    Sono fermi anche al settembre 2018 i rimborsi ai pazienti emodializzati che usufruiscono del servizio di trasporto per poter sottoporsi alla terapia salvavita nelle strutture ospedaliere della provincia di Catanzaro. Spesso si tratta di pazienti anziani, con pensioni minime da poche centinaia di euro, che non hanno la possibilità di anticipare i pagamenti a chi effettua il servizio per conto dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Una situazione che sta mettendo in ginocchio le associazioni, le cooperative e le aziende che si occupano di accompagnare i pazienti, che continuano ad effettuare il servizio accollandosi le spese vive di carburante, manutenzione dei mezzi e rimborsi ai volontari e agli operatori. Ad oggi il credito vantato è di circa centomila euro. Per questo una rappresentanza ha deciso di protestare questa mattina davanti alla sede dell’Asp di Catanzaro, portando nel cortile le ambulanze, con la presenza e il sostegno di alcuni pazienti barellati. Nel corso di un incontro con i funzionari amministrativi dell’Asp la delegazione ha chiesto chiarezza, visto che altri fornitori ricevono puntualmente i pagamenti, e soprattutto un recupero dei pagamenti che possa consentire ai gestori di venir fuori dalle difficoltà finanziarie che rischiano di interrompere il servizio di trasporto ai pazienti emodializzati della provincia.

    ac

    Più informazioni su