Anche l’Ordine Assistenti sociali ha aderito a manifestazione Reggio

Dello scorso 22 giugno. La nota della sezione dell'Ordine che ha sede a Catanzaro 

Più informazioni su


    Anche l’Ordine degli Assistenti Sociali della Calabria – si legge in una nota stampa – ha aderito, nella giornata del 22 scorso, alla manifestazione nazionale unitaria “Ripartiamo dal Sud per unire il Paese” promossa dai Sindacati Unitari CGL, CISL E UIL a Reggio Calabria.

    L’iniziativa ha avuto una straordinaria e massiccia partecipazione da  parte di ogni regione, unite insieme nel cuore di una città del Sud, per rivendicare un’Italia fondata sul lavoro, sui diritti esigibili per tutti, su un’effettiva uguaglianza formale e sostanziale e sulla giustizia sociale.

    Abbiamo bisogno di politiche credibili, chiediamo più opportunità per i nostri giovani del Sud che sono costretti a migrare per potersi costruire un futuro.

    Come Ordine rivendichiamo una nazione che includa i soggetti svantaggiati, una politica sull’immigrazione più umana, la stabilizzazione di tanti precari, specie in Calabria, una politica che riduca  il divario tra Nord e Sud, l’applicazione della legge che prevede, negli Enti Locali, l’assunzione di un Assistente Sociale ogni cinquemila abitanti, mentre in Calabria è ogni trentottomila, la lotta alla povertà e alla disoccupazione giovanile che risulta essere la più alta in Europa.

    La comunità professionale, rappresentata dai consiglieri Piero Romeo, Nadia Laganà, Francesca Mallamaci e Mriarosaria De Filippis, oltre che da tantissimi iscritti, crede fermamente nella necessità di un cambio di rotta che ponga al centro la persona ed il suo valore, nel rispetto della sua dignità quale principio guida.

    Più informazioni su