Emissioni di assegni a vuoto, Corte d’Appello ribalta sentenza

Riguarda un imprenditore della ristorazione

Più informazioni su


    La II Sezione penale della Corte d’Appello di Catanzaro ha annullato la Sentenza del Tribunale di Vibo Valentia con cui si condannava I. F., imprenditore nella ristorazione, per il reato di emissione di assegni a vuoto, alla pena di mesi sei di reclusione con la pena accessoria del divieto di emettere assegni bancari e postali per un periodo di tre anni. La Corte ha accolto le tesi difensive del legale dell’imprenditore, l’avvocato Francesco Ansani, che ha fatto valere un vizio procedurale del procedimento di primo grado. La Corte ha rimesso gli atti al Tribunale di Vibo dove si dovrà celebrare un nuovo processo.

    Più informazioni su