Catanzaro, via al mercato: il futuro tra certezze, nodi e desideri

Domani l’avvio ufficiale della sessione estiva. Voglia di Marotta in attacco, per la porta spunta Fumagalli

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    Una certezza e mezza, due nodi importanti da sciogliere e una nutrita lista di desideri firmata Auteri da provare a soddisfare. Così il Catanzaro si presenterà domani all’apertura del mercato: puntuale e determinato a completare l’opera di costruzione tecnica iniziata già lo scorso anno.

    La certezza piena risponde per ora al nome di Francesco Urso, operazione definita in anticipo dal club giallorosso nei giorni scorsi, primo innesto ufficiale della sessione che andrà a coprire il buco lasciato dal partente Iuliano in mediana. Il “mezzo” della questione è invece Gabriele Novello, per il quale si è ugualmente chiuso pur non essendo ancora passati alle comunicazioni ufficiali: andrà a guarnire il reparto d’attacco dove, sembra scontato – alla luce anche dei fogli di via consegnati a Ciccone, Giannone, Bianchimano e Repossi – si cercherà di inserire il vero pezzo forte della sessione.

    Quello della punta è a tutti gli effetti uno dei due grossi interrogativi su cui al momento si starebbe riflettendo – l’altro, dopo l’addio di Furlan, riguarda i pali – e i nomi sul taccuino sembrerebbero confermare la volontà del club di alzare ulteriormente l’asticella per il campionato futuro. In cima alla lista dei desideri – soprattutto di mister Auteri – c’è Alessandro Marotta del Catania il cui profilo d’esperienza completerebbe un reparto già ricco, con Kanoute, D’Ursi e Fischnaller, di velocità e gioventù; dietro di lui: la vecchia conoscenza Sarao – pista di certo meno ardua da battere per la motivazione dello stesso di riabbracciare il giallorosso e probabilmente anche per la minore distanza tra richiesta ed offerta – e il trapanese Ferretti – su cui a lungo si è lavorato nei giorni scorsi a fari spenti gettando buone basi. Mangni potrebbe essere un altro innesto verde e l’essersi mossi per tempo dovrebbe valere una posizione privilegiata nella corsa, così come il centrale di difesa Riccardo Gatti e la punta Calì che saranno – insieme ad altri giovani in vetrina – al centro di un confronto in asse con l’Atalanta.

    Per la porta è sempre Andrea Dini l’obiettivo principale ma sull’estremo difensore lo scorso anno a Trapani sarebbe al momento forte la concorrenza dello Spezia – oltre che dell’Ascoli e dello stesso club granata, con cui il ventitreenne ha conquistato la promozione. Profilo al vaglio in queste ore è anche quello di Ermanno Fumagalli, classe ’82, titolare lo scorso anno del Piacenza. Almeno due per reparto – ma ulteriori partenze potrebbero alzare il livello – gli innesti che il club spera di poter operare in questa parentesi che si chiuderà il 2 settembre.

    Più informazioni su