Catanzaro Calcio mercato, domani ufficiale arrivo di Mangni

Altre trattative in dirittura d'arrivo

Più informazioni su


    Primo giorno di mercato, seconda operazione chiusa per il Catanzaro. Dopo Urso, rilevato dalla Virtus Entella e già ufficializzato nei giorni scorsi, quest’oggi è toccato a Doudou Mangni legarsi ai giallorossi, dirottato sui tre colli dall’Atalanta dopo la positiva esperienza dello scorso anno a Monopoli. L’ufficialità ancora non c’è per il ventiseienne – arriverà domani – ma l’operazione è di fatto già conclusa e potrebbe essere la prima di una buona serie condotta in asse dai vertici di via Gioacchino da Fiore con il sodalizio orobico. La formula con cui il mancino – adattabile sia ad esterno che a centrale d’attacco – abbraccerà le aquile è quella del titolo definitivo sulla base di un triennale con però diritto di recompra a favore dell’Atalanta: un patto simile a quello già fissato lo scorso anno tra neroblù e gabbianelle. Accordo trovato quasi subito nonostante l’interessamento per lui anche di altri club: la Reggina e il Catania su tutti. Prenderà il posto in rosa del partente Giannone, il ché ovviamente non intaccherà le grandi manovre già in atto per arrivare ad un altro attaccante di maggiore peso e spessore a completamento del reparto. Le ultime ore hanno visto in tal senso lievitare le quotazioni di Manuel Sarao, punta della Virtus Francavilla, con il cui agente ci si confronterà nei prossimi giorni per capire i reali margini di manovra e le possibilità di uscita dello stesso dalla società pugliese; resta comunque alta l’attenzione su Marotta del Catania – su cui è forte l’interesse anche del Vicenza – e sul trittico Ferretti, Saraniti, Arrighini. L’asse con l’Atalanta, si diceva e un’altra operazione che può dirsi conclusa – si è ai dettagli per il prestito e si dovrebbe a breve arrivare all’annuncio – è quella per la punta Calì, lo scorso anno ai dilettanti del Montespaccato; avanti anche il discorso per il centrale difensivo Gatti.

    Gianfranco Giovene

    Più informazioni su