‘Adotta un’aiuola’: manca l’ok ufficiale, ma questione risolta

Oggi consegnata al Settore Turismo la documentazione che consentirà la gestione degli spazi verdi.

Più informazioni su


    Potranno tornare e, a dire il vero, in tanti lo stanno già facendo, a prendersi cura delle aiuole quei cittadini che avevano deciso di adottarle e che, qualche giorno fa, avevano abbandonato l’idea di farlo, montando su Facebook una polemica e provvedendo allo smantellamento di alcune delle stesse. La questione è partita dal fatto che, mancando tutte le autorizzazioni necessarie per mettere mano ad un’area demaniale, i cittadini avrebbero potuto avere una serie di problemi di tipo burocratico. Problemi che non sono mai arrivati perché, proprio nell’interesse dei cittadini, il progetto era stato congelato per superare alcune difficoltà di gestione dello stesso e ottenere le adeguate autorizzazioni. Il consigliere Antonio Ursino, dopo un incontro con i cittadini, avvenuto nella serata di ieri, ha consegnato al Settore Turismo, proprio questa mattina, tutta la documentazione necessaria per la gestione delle aiuole. Manca dunque l’ok definitivo e ufficiale, ma la questione è certamente superata, perché l’amministrazione ha tutto l’interesse a portare avanti il progetto:”Abbiamo sempre creduto nel progetto e nella buona volontà dei cittadini – ha dichiarato Ursino – ci stiamo impegnando per supportarlo al meglio perché nato con il fine di educare a rispettare il verde e gli spazi comuni della città, avvicinando i cittadini all’Amministrazione.” Completato, dunque, tutto l’iter burocratico e ottenuti i permessi, ogni cittadino dovrà rispondere della sua aiuola, curandola e abbelendola secondo linee guida elaborate da esperti del settore. Le aiuole date in adozione non verranno più gestite dall’azienda Verde idea che continuerà invece a curare gli altri spazi. 
    Maria Teresa Rotundo

    Più informazioni su