Arrestati dopo furto e inseguimento:avevano in auto attrezzi da scasso

Si tratta un 42enne e 21enne serbi e residenti in Campania. In corso quantificazione della refurtiva di cui probabilmente si sono liberati. Il 'colpo' di Cropani segnalato da un militare libero da servizio L'ARRESTO IN LOCALITA' CAVA DI CATANZARO (FOTO E VIDEO)


Sono un 42enne e un 21enne entrambi di nazionalità serba entrambi residenti in Campania i due malviventi arrestati dai Carabinieri nella tarda mattinata in località Cava di Catanzaro dopo un inseguimento sulla Ss 106. J.G. residente a Napoli e G.g. di Melito di Napoli come confermato dalla ricostruzione fornita dall’Arma in serata fanno parte di una banda che questa mattina è stata colta nell’atto di compiere un furto in una abitazione di Cropani Marina.

La segnalazione del ‘colpo’ è arrivata da un militare libero da servizio che ha attivato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sellia Marina che sono intervenuti sul posto. Tre dei cinque membri della banda si sono subito dati alla fuga nella campagna circostante, altri due sono saliti su una Bmw con targhe rubate e hanno dato inizio alla fuga inseguiti dai Carabinieri della di Sellia Marina, da quelli della Compagnia di Catanzaro e da una pattuglia dell’Ufficio di Prevenzione Generale della Questura di Catanzaro.

Decisivo secondo quanto sottolineato dall’Arma abcge l’apporto di un elicottero dell’8° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Vibo Valentia, che ha individuato la vettura a Cava dove dopo aver tentato la fuga a piedi sono stati bloccate dalle Forze dell’Ordine.

Dopo l’arresto – i due sono ora rinchiusi nel carcere di Catanzaro-Siano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria – all’interno dell’autovettura venivano rinvenuti numerosi attrezzi da scasso, materiale per il travisamento nonché un lampeggiante del tipo in uso alle forze di polizia.E’ probabile che i malviventi si siano liberati della refurtiva durante la fuga comunque è in corso un sopralluogo per quantificarla.