Celia: A Lido un branco di cani randagi gira indisturbato da un anno

Il consigliere comunale: 'Gravissimo problema di sicurezza pubblica. Inoltre che immagine si consegna ai seppur pochi turisti presenti?'

Più informazioni su


    “Vedere a luglio, in piena stagione turistica, il degrado del quartiere Lido a Catanzaro, da cittadino fa tanta rabbia. Tuttavia, un dato oggettivo ed inconfutabile, opinione dilagante tra i catanzaresi, è che questa amministrazione comunale è assolutamente incapace”. Lo afferma in una nota il consigliere comunale, Fabio Celia. “Nelle foto allegate – prosegue Celia – si mostra un altro disservizio che Lido subisce, vale a dire l’inesistenza del contrasto al randagismo. Un branco di cani passeggia da oltre un anno in giro per il quartiere e diversi sono stati anche gli appelli social e le denunce di aggressioni o pericolo vissuti dai residenti.

    Eppure il branco persegue nel suo giorvagare, senza che nessuno faccia niente. E non bastasse questo – continua il consigliere comunale di Fare per Catanzaro – che immagine si consegna ai seppur pochi turisti presenti? La maggioranza dei turisti, se così si possono definire, sono coloro che rientrano a Catanzaro per le vacanze arrivando da fuori. Loro non hanno dubbi ed in tanti affermano che il quartiere Lido non era mai stato così maltrattato. Riepilogando: nessun piano reale per il turismo, degrado sulle strade, depuratore che emana puzza quotidianamente, caos diffuso, scarso controllo con presenza sporadica dei vigili urbani e lungomare affidato a chi vuol usarlo come meglio crede con prepotenza e inciviltà. Questo è turismo? Aggiumgiamo pure i lavori in corso ovunque a luglio. Tutto questo è turismo? Siano i catanzaresi – conclude Celia – a tirarne le somme”.

    Più informazioni su