Cavallaro: dal consigliere Costanzo solo basse insinuazioni

'A cui non intendo più rispondere'


“Mi avevano avvisato che instaurare un dibattito con il consigliere Costanzo era inutile, dannoso e poco costruttivo. Purtroppo non ho dato retta a chi lo conosce bene ed a chi conosce bene la sua storia e la correttezza politica e personale che ha contraddistinto la sua carriera politica” Parole dell’assessore comunale Domenico Cavallaro. “Per ben due volte ho provato a scrivere pensando di trovarmi di fronte una persona che avesse delle argomentazioni su cui discutere ed invece mi sono trovato di fronte a basse insinuazioni ed insulti”. “La cosa che mi dispiace – si legge più avanti nella sua nota stampa- è il fatto che abbia cercato di infangare persone che non c’entravano nulla con quanto stavamo discutendo. Per questo motivo chiedo scusa al sindaco Abramo, all’on. Tallini, all’on. Parente, al consigliere Pisano ed al consigliere Gironda che si trovano inseriti in questa lurida macchia di accuse infami. Sono abituato a discutere, ad accettare le critiche, a cercare di risolvere i problemi, ma non riesco ad offendere le persone ed a fare basse insinuazioni. Consigliere Costanzo – prosegue- la discussione con il sottoscritto finisce qui. Io non risponderò più alle sue provocazioni. Il suo basso livello di discussione non merita più risposte. Se necessario risponderò nelle sede appropriate alle sue accuse ed in quella occasione le ricordo sempre di portare con se il suo brillante curriculum personale, politico e professionale che sarà di sicuro interesse, pur non avendo titoli nobiliari e professionali.