ASD Giovanile Catanzaro 2008, la storia continua foto

Ieri l'OpenDay dell'equipe guidata da Francesco "Sandro" Rispoli. Organigramma rinnovato e tanta voglia di crescere

Più informazioni su


    I valori che hanno ispirato i primi undici anni di attività sul campo restano ancora la guida, lo slogan scelto per l’apertura ufficiale della nuova stagione sportiva è un deciso sguardo al futuro. “La storia continua” per l’ASD Giovanile Catanzaro 2008 e il partecipatissimo Open Day di ieri pomeriggio al Centro Tecnico Federale del quartiere Sala ne è stata l’ennesima dimostrazione. Un bel pomeriggio di sport per l’equipe guidata dal presidente ed ex calciatore giallorosso Francesco “Sandro” Rispoli, l’occasione per abbracciare vecchi e nuovi piccoli atleti e per presentare i rinnovati quadri dirigenziali. «La Giovanile Catanzaro 2008 riparte con più slancio di prima – ha detto Rispoli – a dimostrazione dell’infondatezza delle voci relative a difficoltà organizzative». Corpose le novità nell’organigramma: Andrea Paonessa sarà il nuovo direttore sportivo, Antonio Milano il responsabile dell’area medico sanitaria, Francesco Milano invece il nuovo responsabile logistico amministrativo. «Cercheremo di fare dei ragazzi non solo degli atleti, formandoli nella parte tecnica, ma anche degli uomini, facendoli crescere nella loro dimensione personale – ha sottolineato quest’ultimo – la scuola calcio ha il dovere di continuare l’insegnamento quotidiano delle famiglie e della scuola e lavorare in sinergia con loro per educare nello stesso solco». Nello specifico le attività della scuola calcio verranno svolte presso la nuova struttura del “Federale” nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 18 alle 19.30 con un ventaglio di selezioni che parte dai “Piccoli amici” (annate 2013/14) e dai “Primi calci” (2011/12) per proseguire poi con “Pulcini” (2009/10), “Esordienti” (2007/08), “Giovanissimi” (2005/06) ed “Allievi” (2003/04). Già in cantiere alcune collaborazioni specialistiche per approfondire le tematiche posturali e di alimentazione dei giovani calciatori e per i portieri la possibilità anche di allenarsi presso la scuola One Academy. «Cambieremo le metodologie di allenamento – ha aggiunto Paonessa – e far allenare i ragazzi su un manto erboso di livello li aiuterà nella produzione dei gesti tecnici nella prima fase. Tante le manifestazioni che interesseranno ragazzi e famiglie: il nostro intento resta quello di crescere numericamente, sia come bambini che come staff, e dimostrare che la scuola calcio può e deve essere anche una scuola di vita». Istruttori qualificati UEFA B e UEFA C guideranno le diverse formazioni esaltando il lato ludico e motorio della pratica oltre che quello tecnico. E visto che “la storia continua”, una nuova avventura in giallorosso è già ai nastri di partenza.

    Gianfranco Giovene

     

     

    Più informazioni su