Magna Graecia: ‘Dopo Erasmus, come Ulisse torniamo alla nostra Itaca’

L’entusiasmo degli studenti della Magna Graecia al rientro dall’esperienza in Serbia

Più informazioni su


    Gli studenti dell’Università Magna Graecia che nei giorni scorsi sono tornati dall’esperienza Erasmus portata avanti in Serbia, hanno voluto condividere l’importanza di un momento che considerano di crescita umana e professionale, “La sete di “meraviglia” ci ha spinto a cercare nuovi stimoli e nuove prospettive oltre la nostra quotidianità. Correvano gli ultimi giorni di Gennaio quando abbiamo vinto l’opportunità di trascorrere sei mesi nella “Faculty of Medicine” di Novi Sad in Serbia. Anche se spaventati, non ci siamo fatti sfuggire l’occasione di trascorrere una esperienza Erasmus in un paese del tutto nuovo, dove noi saremmo stati i primi a sperimentare e a vivere questa nuova realtà. Inizialmente non è stato del tutto facile perché ci siamo dovuti interfacciare con un metodo di studio e universitario completamente diverso dal nostro. Infatti, differentemente dalla nostra università, ad ogni lezione teorica seguiva subito una lezione pratica dove avevamo la possibilità di attuare quanto affrontato nella parte teorica. Lo stesso vale per quanto riguarda lo svolgimento degli esami. Quest’ultimi infatti si componevano di una parte pratica (anamnesi, esame obiettivo, lettura x-ray, ecg, analisi di laboratorio e diagnosi) e poi della parte prettamente teorica, entrambe fondamentali per superare lo stesso. A tal fine abbiamo dovuto affinare le nostre abilità linguistiche, pratiche e di studio mirate principalmente alla clinica e alla diagnosi su pazienti reali e in carne ed ossa. Fondamentali sono state anche le nostre conoscenze pregresse che sono risultate essere vitali per le competenze teoriche che richiedevano i docenti del posto. La comunità ESN, inoltre, è risultata essere fondamentale per permetterci di conoscere nuova gente e ragazzi appartenenti alla comunità Erasmus con cui confrontarci e passare del tempo. Infatti abbiamo stretto grandi amicizie con tantissimi ragazzi da tutto il mondo con cui sicuramente rimarremo in contatto per molto tempo ancora. Tirando le somme, adesso che questi sei mesi sono passati, e anche noi come Ulisse siamo tornati alla nostra Itaca sentendo la necessità di condividere tutto ciò che abbiamo vissuto”. Gli studenti sono Edward Boffoli  Giulia Costumato  Miriam Scida Studenti del V anno Medicina, seguiti in quadro percorso dal loro professore Ludovico Abenavoli 

    Più informazioni su