Food mio caro food. Il centro città preso per il palato (IV PUNTATA) foto

A spasso tra i sapori del centro sempre più votato al food di qualità. Mentre trova conferma come già raccontato  da catanzaroinforma.it l'apertura  in centro in autunno di Burger King 

Più informazioni su

     

    Di Laura Cimino

    Metti una sera Loredana Bertè che canta nel teatro Politeama di fronte. Metti l’ispirazione che Loredana può dare più la passione e l’estro di Massimo Esposito e dello staff del Cafè Foyer e il gioco è fatto. Nasce il gelato ‘E la luna bussò’. Dedicato. Tra aromi di zenzero gusto di bergamotto e mascarpone e altro ancora.

    L’immersione nel food nel centro di Catanzaro, tra nuove aperture e tradizione, tra voglia di sperimentare e davvero amore e luce negli occhi di chi ogni giorni in silenzio si dedica alla ristorazione in città, inevitabilmente interpretandone l’anima, la cultura, continua sui morbidi divanetti del Cafè Foyer a conversare con Massimo e Fernando Esposito, guardando di fronte il teatro Politeama dal bar che è tutta un’accogliente vetrata panoramica.

    Una recente apertura quella del Cafè Foyer così come diverse saranno le prossime (basta sbirciare un po’ camminando per le vie) e mentre proprio oggi trova conferma, come anticipato da Catanzaroinforma, la prossima apertura, in autunno, e in centro, del Burger King. Procedono i lavori che sono già cominciati.

    ‘Abbiamo aperto il Foyer 5 giugno del 2018 – racconta Massimo Esposito – e grazie al nostro sano e sacro impegno, come tutte le cose in cui c’è impegno, siamo per ora soddisfatti’. Il Foyer ha contribuito a rivitalizzare, con le sue luci e soprattutto la sua offerta di produzione, tutta la splendida area del teatro Politeama e dintorni. Qual è la ‘filosofia’ che precede l’azione? ‘Noi siamo aperti tutti, ma proprio tutti i giorni dell’anno senza sosta perché riteniamo che i locali pubblici debbano anche svolgere una funzione di servizio oltre che di aggregazione. Un bar, per il servizio che offre, deve poter essere sempre aperto’.

    E le nuove brillanti iniziative del food in città fanno tornare la nostra memoria a quella che in realtà è storia e identità di Catanzaro e soprattutto del suo centro città. Si chiamavano osterie e non food, ma il senso è lo stesso. ‘Catanzaro è stata da buona città del Sud negli anni meta ambitissima di ristorazione – prosegue Massimo Esposito da 40 anni nel settore – basti ricordare le numerose osterie con la cucina casereccia non solo del morzello ma di tutti i piatti tipici della tradizione catanzarese, ricordo ancora il gelato, un gelataio famosissimo che si chiamava Giorgio proprio nella zona qui del teatro, ancora sul Corso la storica gelateria Polo Nord, si parla di molti decenni fa, senza dimenticare che all’angolo di piazza Grimaldi esisteva una gelateria in cui la granita di mandorle, che a Catanzaro chiamiamo orzata, faceva organizzare pullman di emigrati di ritorno da tutta la Calabria’. C’è orgoglio nelle parole di Esposito nel ricordare le usanze di un centro storico cittadino che col coltello e forchetta ha sempre avuto una buona dimestichezza.

    E il Foyer si distingue da un anno per qualità e servizio quasi h24. Dalle abbondanti colazioni della mattina al pranzo con tre o quattro primi e secondi sempre diversi e il locale aperto fino alle tre di notte e soprattutto il gelato e l’aperitivo.

    ‘Per la nostra granita di melograno abbiamo vinto alla fiera internazionale del gelato di Rimini il primo premio – proseguono dal Foyer – quanto all’aperitivo, abbiamo prodotti freddi e caldi e salumi selezionati a livello locale e nazionale insalate e tutto condito dalla nostra fantasia e voglia di stupire i clienti’. Massimo sta ideando un gelato dedicato a Catanzaro. Resteremo collegati.

    Dalle novità del Foyer, risalendo il Corso e parlando di food in centro, il nostro giro non può però non prevedere una tappa in una pizzeria che è un po’ la storia sentimentale della città. Ed è il Topolino, su inizio via De Grazia. Riaperta dal 2003, sedici anni di attività, ma il cui forno fumava già negli anni ’80, con le sue pizze e i suoi profumi è tra le pizzerie che conquista ogni giorno i catanzaresi. Col valore aggiunto della cortesia di chi ci lavora. Anche qui. Una cordialità sempre col sorriso.Nelle attività di una città si può ritrovare parecchio del suo Dna.

    ‘La passione e l’attaccamento al lavoro è tutto ciò che ci fa andare avanti’ racconta sfornando le pizze Francesco Currao. Due pizzaioli, due in cucina, due camerieri, una persona al lavaggio. La squadra del Topolino anche a pranzo in un locale accogliente e bello davanti alla chiesetta di Sant’Omobono. Storia, bellezza e palato.

    Riscendendo però tra i vicoli del centro storico si resta sorpresi per la peculiarità di un altro locale, tanto piccolo quanto elegante, da cui viene fuori un forte profumo di pesce fresco.

    Siamo in Vico Piazza Mercanti , a fianco al bar Mignon. Qui, con i suoi 18 posti a sedere in un ambiente tanto ristretto quanto raffinato, il giovane Simone Costantino racconta la sua scommessa, il Movì, partita qualche tempo fa. Precisamente il 7 dicembre del 2017. ‘Io e lo chef. Il pesce fresco, soprattutto, ma anche la carne, i dolci e tante prelibatezze. E soprattutto il puntare a una ristorazione di qualità con solo 18 posti a sedere. A cui le mani dello chef si dedicano completamente dalla prima all’ultima portata’. A pranzo con prezzi ridotti e a cena.

    E mentre parliamo spunta l’antipasto delle tre tartare. Ricciola con granella di pistacchio, salmone con le mandorle, tonno con la soia. Simone lavora nel settore da quando aveva 14 anni. Ha le idee chiare anche quando ci informiamo sul pezzo forte del grazioso ristorante. ‘E’ il cube roll di tonno. Ma non lo dico io. Lo dicono i clienti che ce lo chiedono a ripetizione’. Un centro storico che rivela sorprese, passione, competenza e impegno.

    Dove l’offerta di Burger King in autunno rappresenterà solo un’ulteriore possibilità tra le tante offerte e riscoperte anche nei viaggi di catanzaroinforma.it nel food in centro città.

    leggi qui la PRIMA PUNTATA 

    leggi qui la SECONDA PUNTATA

    leggi qui la TERZA PUNTATA

     

    Più informazioni su