Aquile, ripresa con il sorriso. Con occhi puntati a Salerno e mercato

Domenica sera il secondo turno di Coppa italia. Agostinone nome caldo per la fascia sinistra. Bianchimano: novità nei prossimi giorni

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    Ripresa con il sorriso, quest’oggi, per il Catanzaro, dopo la larga vittoria di Coppa Italia all’esordio contro la Casertana. Il successo per quattro a uno che domenica sera ha inaugurato la stagione al “Ceravolo” ha consentito ai giallorossi di inserire un nuovo impegno ufficiale in calendario e dunque di rendere un pizzico più probante un rodaggio pre campionato caratterizzato fin qui solo da allenamenti in famiglia e tanto lavoro atletico. La competizione per il principale trofeo nazionale proseguirà così domenica prossima all'”Arechi” di Salerno dove le aquile di Auteri scenderanno in campo in notturna (calcio d’inizio alle 20.45) per misurarsi con una formazione di caratura superiore. Un buon test, tutto sommato, valido per capire di che pasta è fatto il gruppo e cosa ancora c’è da migliorare, in termini sia di organico che di tattica, per puntare ad un campionato da protagonisti nella corsa alla B. Ci si arriverà certo con qualche elemento in più nel motore – da ieri infatti è effettivo il tesseramento del mancino Pinna – e con un po’ più di brillantezza sulle gambe grazie all’ulteriore settimana tipo predisposta in tabella.

    Dal mercato, poi, dovrebbero arrivare altre importanti novità, sia in uscita che in entrata, per completare i ranghi. Il Cesena resta in attesa di un ok per il prestito di Nicoletti – la questione era già stata affrontata nelle settimane precedenti dai due club e la promessa, da parte giallorossa, era quella di sbloccare l’operazione subito dopo il tesseramento di Pinna – mentre sarebbe al momento congelata ogni pista in uscita per Giannone – si vedrà, forse, più avanti. Alla ripresa di quest’oggi era assente il portiere greco Choutesiotis e solo i prossimi giorni diranno se o meno si riuscirà a sciogliere il nodo portiere con il suo tesseramento: le altre piste note per i pali restano ovviamente tutte aperte per cautela e non sarebbe da escludere un prolungamento dei casting sul campo.

    Come ricordato da Auteri subito dopo il match contro la Casertana, è però la catena di sinistra nel mirino e la speranza è quella di poter inserire un mancino tecnico ed esperto per la difesa che potrebbe essere anche il trentunenne Giuseppe Agostinone, legato ancora da un anno all’Alessandria ma a quanto pare in uscita dal sodalizio piemontese. Capitolo attaccante: per Bianchimano il Perugia vorrebbe aspettare ancora qualche giorno e magari trovare un’intesa diversa dalla cessione a titolo definitivo.

    Più informazioni su