Albergo delle Fate, la replica di Maria Arcuri

Sulla vicenda la precisazione della famiglia 

Più informazioni su


    Riceviamo e pubblichiamo a seguire la replica a firma di Maria Arcuri, all‘articolo pubblicato ieri 

    In replica all’articolo pubblicato il giorno 21 agosto 2019, la famiglia Arcuri diffida nuovamente la signora Sveva Mancuso dall’ intraprendere simili iniziative pubbliche sulla testata giornalistica di Catanzaro informa , dal momento che Ella non possiede alcuna titolarità sulla struttura alberghiera del Grande Albergo Parco delle Fate. Nessuna legittimità ha infatti la signora Sveva Mancuso sia per quanto concerne i ringraziamenti ai privati, che per le doglianze circa l’abbandono delle istituzioni politiche.

    Giova ribadire in questa sede che tutte le arbitrarie quanto pretestuose iniziative legali intraprese dalla signora Mancuso, sono state oggetto di resistenza da parte della famiglia Arcuri, la quale con sacrificio e risparmi di una vita lavorativa, ha acquistato legalmente a prezzo di mercato la struttura alberghiera ed il prezzo di vendita è stato utilizzato per sanare i debiti della società della famiglia Mancuso.

    Infatti, preme informare che già il primo grado di giudizio è stato perso dalla signora Mancuso e che la famiglia Arcuri intraprenderà a breve iniziative legali a tutela della propria immagine dal momento che la signora Mancuso sta utilizzando la propria storia personale al sol fine di infangare il nome dei legittimi proprietari. Infine, la famiglia Arcuri coglie l’occasione dì informare che la manifestazione in Sila, presso l’albero delle fate , è stata resa possibile per aver concesso gratuitamente la struttura agli organizzatori facendo rivivere la magia del Grande Albergo Parco delle Fate.

    Più informazioni su