Autovelox, Riccio: ‘Bene limitazioni Anas, ma il tratto comunale?’

Se i punti critici sono i due curvoni direzione Sud all'altezza.distributore K8 ed ex Telespazio., perché non pensare di estendere tali limiti a tutto il tratto di viale De Filippis, quindi anche a quello di competenza comunale

Più informazioni su


    “Leggo con interesse le osservazioni dei lettori sul limite di velocità dell’autovelox installato su viale De Filippis, tratto Anas. Osservo una contraddizione di fondo tra il controllo su un minimo tratto, quello finale di viale De Filippis, mentre sul rimanente, di proprietà comunale, che costituisce il doppio della superficie, non vi sarà alcun controllo della.velocita’”. E’ quanto si legge in una nota del consigliere comunale Eugenio Riccio che si domanda :” il Prefetto avrà valutato tale circostanza? Non sarebbe forse opportuno rivedere l’ordinanza da parte del Sindaco (o Comando Polizia.Locale), in virtù dei numerosi sinistri che il Comune paga , estendendo il limite di velocità a tutto viale De Filippis ?

    Se i punti critici sono i due curvoni direzione Sud all’altezza.distributore K8 ed ex Telespazio., perché non pensare di estendere tali limiti a tutto il tratto di viale De Filippis, quindi anche a quello di competenza comunale, attivandoli in caso di pioggia o fondo bagnato circostanze in cui avvengono i sinistri ? Perché non pensare ad un controllo “intelligente” da attuare in caso di pioggia, anche con attivazione dei rilevatori di velocità, atteso che con fondo stradale asciutto tale pericolosità non si ravvede ? Se appare del tutto evidente che una limitazione di 40 Km/h indiscriminata provoca pericolosità per le repentine decelerazioni degli automobilisti intenti ad evitare le sanzioni sapranno gli enti interessati porre nella immediatezza correttivi finalizzati alla sicurezza dei cittadini ?”, conclude Riccio. 

    Più informazioni su