Presentato a Catanzaro il Comitato per il diritto alla salute

Iniziativa di Eugenio Occhini, Jasmine Cristallo e diverse associazioni locali. Vuole porre in essere iniziative concrete a favore di questo diritto costituzionalmente garantito 

Più informazioni su


    Mediass associazione medici di famiglia, Aned (emodializzati e trapiantati), Cittadinanzattiva, il Baco resistente e Uisp Unione Italiana Sport per tutti sono le associazioni che hanno dato vita nei giorni scorsi a Catanzaro al Comitato ‘Diritto alla Salute, Calabria’. Il suo obiettivo, chiaro ed ambizioso allo stesso tempo, è quello di porre in essere attività in difesa proprio di questo diritto tanto costituzionalmente garantito quanto obiettivamente troppo spesso calpestato nella nostra regione.

    Tra i promotori del comitato l’ex consigliere comunale Eugenio Occhini, e Jasmine Cristallo. “Parliamo di un diritto non negoziabile -ha sottolineato Occhini durante la presentazione del Comitato avvenuta all’aperto nei pressi del Complesso San Giovanni – sancito da una norma della Carta fondamentale dello Stato contenuta nell’articolo 32. Il diritto alla salute deve avere criteri di universalità, uguaglianza ed equità”.

    E a proposito di mancanza di equità Giacinto Nanci di Mediass ha ricordato la misura inferiore dei fondi sanitari che la Calabria riceve rispetto ad altre regioni. “Parliamo di 1760 euro procapite nella nostra regione, 80 euro in meno per esempio della Liguria” gap che se proiettato negli anni si concretizza in una forbice notevole che non può con influire sulla qualità dell’assistenza. Da qui la proposta di modificare i metodi di attribuzione delle risorse e passare a un criterio che tenga conto dei reali bisogni di un territorio più che l’aspetto demografico.

    Jasmine Cristallo, che sarà portavoce del comitato, dal canto suo si è detta molto felice “per questo nuovo e importante ruolo”. ‘Diritto alla Salute, Calabria’, che intende espandersi ad altre regioni del Sud, ha tra i suoi primi obiettivi incontrare il neoministro della Salute Roberto Speranza e quello per il Sud Giuseppe Provenzano. Alla presentazione sono intervenuti anche Riccardo Elia (Uisp) e Pasquale Scarmozzino (Aned).

    Più informazioni su