Consiglio comunale slitta per mancanza di numero legale

Si torna il aula giovedì. Unico punto all'odg piano casa. Proposta di delibera discussa oggi in Commissione Urbanistica 

Più informazioni su


    E’ andata deserta, per mancanza del numero legale, la prima convocazione del Consiglio comunale fissata per la giornata odierna, nella sala consiliare della Provincia, alle 13:30. All’appello del presidente Marco Polimeni hanno infatti risposto quattro consiglieri. L’aula si riunirà, dunque, in seconda convocazione, giovedì 12 settembre, alle ore 15. All’ordine del giorno un unico argomento relativo alla proposta di modifica ed integrazione degli adempimenti comunali, inerenti il Piano casa, in attuazione dell’art. 6, comma 8, della legge regionale 21/2010 e successive modifiche e integrazioni.

    Proposta di delibera La commissione urbanistica si è riunita per discutere, in maniera preliminare, dei temi al centro della proposta di delibera modifica ed integrazione degli adempimenti comunali inerenti il Piano casa che sarà sottoposta al Consiglio comunale convocato per giovedì 12 settembre. Lo rende noto il presidente della stessa commissione, Antonio Mirarchi, nell’evidenziare che “nel corso della seduta dell’organismo i principali aspetti inerenti la pratica sono stati vagliati approfonditi da tutti i presenti con spirito di condivisione e responsabilità. In particolare il dirigente del settore Edilizia privata, Giovanni Laganà, ha illustrato il percorso che ha caratterizzato l’iter amministrativo culminato nella proposta e nella motivazione contenuti nella delibera. La pratica ha ad oggetto la perimetrazione dei limiti delle aree di Giovino e Germaneto, già determinati con precedente atto deliberativo del primo marzo 2017 nel rispetto della normativa regionale vigente. Nella seduta odierna della commissione nessun consigliere ha depositato emendamenti riguardo alla proposta sulla quale adesso il Consiglio avrà l’onere di pronunciarsi nell’imminente riunione”.

    Più informazioni su