Il Catanzaro capitola anche a Caserta. Secondo ko esterno di fila

Brutto primo tempo, non riesce la rimonta nella ripresa. Finisce 2-1 POST PARTITA CON STUDIO GIALLOROSSO

Più informazioni su


    CASERTANA-CATANZARO 2-1

    Marcatori: 17’pt Castaldo 44′ Starita, 13’st Casoli

    CASERTANA: Crispino; Rainone, Silva, Caldore; Longo (37’pt Adamo), D’Angelo, Santoro, Paparusso (18’st Zivkov), Zito; Starita, Castaldo. A disposizione:  Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez, Cavallini, Ciriello, Matese, Clemente, Lezzi, Laaribi, Varesanovic All. Ginestra

    CATANZARO: Di Gennaro; Signorini (10’st Fischnaller), Martinelli, Quaranta; Casoli, Maita, Risolo (10’stCeliento), Nicoletti; Kanoute (32’st Di Livio), Bianchimano (Mangni), Nicastro. A disposizione: Mittica, Adamonis, Calì, Giannone, Tascone, Riggio, Elizalde, Di Livio, Pinna  All. Auteri

    Arbitro: De Santis (Vettorel di Latina, Severino di Campobasso)

    Ammoniti: Signorini, Crispino, Celiento, D’Angelo, Quaranta

    Un pessimo primo tempo e una prestazione complessivamente poco convincente per il Catanzaro che a Caserta perde gara, e primo posto in classifica al termine di un incontro dall’andamento simile a quello perso a Viterbo con lo stesso punteggio solo una settimana fa. Una nuova battuta d’arresto per le ambizioni di altissima classifica per la formazione del presidente Noto.

    Cronaca Auteri dopo la doppietta di mercoledì conferma Bianchimano in avanti, mette Nicastro esterno e lascia in panca Fischnaller. Tra i locali il 3-4-3 di Ginestra con Papurusso titolare come quarto di centrocampo e Castaldo-Astarita e Zito in avanti. Partono meglio i campani che sembrano più intraprendenti sin dalle prime battute. Al decimo Di Gennaro si supera su colpo di testa ravvicinato di Castaldo. Due minuti dopo ci prova Nicastro ma perde il momento buono dopo un dribbling con Kanoute libero dalla parte opposta, ne esce fuori una conclusione telefonata e neutralizzata senza problemi da Crispino. Ma è la Casertana a tenere il pallino del gioco. Passa in vantaggio poco prima del ventesimo con il bomber Castaldo servito da Santoro che aveva raccolto un passaggio di testa del portiere Crispino, l’ex Avellino è inarrestabile in area e insacca battendo Di Gennaro. Per lui sesto gol in sette gare. Le Aquile accusano il colpo si fanno vedere ben poco dalle parti del portiere avversario. La Casertana da parte sua tiene il campo con autorevolezza.

    Al ventisettesimo Castaldo è assist man per D’Angelo, il suo sinistro, probabilmente deviato è facile preda di Di Gennaro. Al trentatreesimo Martinelli serve Casoli che vede in area Kanoute ma la posizione del numero sette giallorosso infelice e la sfera termina sull’esterno della rete. Al quarantesimo punizione poco fuori dall’area fischiata per fallo di mano del portiere casertano (tocco fuori area e ammonizione) che Bianchimano non sfrutta a dovere. A un minuto dalla conclusione la Casertana raddoppia con Starita che si trova a tu per tu con Di Gennaro in sospetto fuorigioco al termine di una azione originata da un calcio di punizione che la difesa giallorossa sembrava avere neutralizzato. La ripresa inizia con una occasione per parte. Prima un calcio di punizione di Castaldo con la sfera che sfiora il palo alla destra di Di Gennaro, poi Crispino respinge una conclusione di Nicastro. Fisch e Nicastro entrano al posto di Risolo e Signorini. Aquile spregiudicate che la riaprono con Casoli che segna di al tuffo al tredicesimo del secondo tempo su cross di Maita. Due minuti dopo il neoentrato Celiento sfiora di testa il pari. Al venticinquesimo è invece provvidenziale in difesa salvando in extremis una conclusione di Zito servito da Castaldo. Auteri mette dentro anche Mangni e Di Livio ma senza risultati apprezzabili. A otto dal termine sinistro di Mangni bloccato da Crispino. A quattro minuti dalla fine  Zivkov serve Castaldo con palla a lato. Il risultato non cambia nemmeno nel lunghissimo recupero.

    Più informazioni su