‘Il Rosario nella religiosità popolare’ in una giornata di studi

Il Centro ttudi Theotokos religiosità popolare a Monterosso in provincia di Vibo Valentia 

Più informazioni su


    Il Centro studi Theotokos religiosità popolare è stato impegnato ieri nella giornata di studi internazionale a Monterosso Calabro su “Il Rosario nella religiosità popolare”, organizzato dalla locale confraternita del Rosario presso i locali del comune. Dopo i saluti di don Oreste Borelli, parroco di Monterosso, di Vittorio Pittella, Priore della Confraternita del S. S. Rosario, di Antonio Caroleo, coordinatore regionale della Confederazione delle Confraternite delle Diocesi d’Italia e di Alessandra Siclari collaboratrice Centro studi Theotokos sono seguiti gli interventi dei relatori che hanno catturato l’attenzione della colta platea che ha tributato applausi a scena aperta per la profondità di temi trattati inerenti la storia e la tradizione religiosa del Rosario.

    Nel coordinare i lavori Anna Rotundo ha ribadito come le origini del Rosario siano antichissime e presenti in diverse religioni; Rotundo, inoltre, individuando nel fatto che la preghiera del Rosario esalta la “donna” per eccellenza cioè Maria, ha sottolineato il giusto riconoscimento che si dovrebbe finalmente dare al ruolo delle donne nella chiesa.

    Lionella Maria Morano, Presidente Fondazione Nicola Liotti, ha trattato il Rosario e la Comunità di Monterosso. Nel suo intervento ricco di spunti ha tra l’altro messo in rilievo l’importanza della tela raffigurante la battaglia di Lepanto dell’artista napitino Zimatore. La Morano ha per l’occasione raccontato fatti e vicende che in passato hanno caratterizzato il rapporto fra il popolo e le confraternite di Monterosso attraverso una serie di aneddoti che hanno fatto scaturire una serie di interrogativi nel prosieguo dei lavori.

    Relatrice d’eccezione si è dimostrata Maria Pilar Panero García dell’Università di Valladolid trattando: “Leggende spagnole sulla devozione popolare alla Vergine del Rosario”/”Las leyendas españolas sobre la devoción popular a la Virgen del Rosario”, Protagonista in occasione del IV Congresso Latinoamericano di Religiosità Popolare svoltosi a Valladolid nel 2018, Pilar si è servita anche di alcune immagini, che sono servite a far comprendere meglio il senso di storie e leggende spagnole sulla tradizione del Rosario nella cultura vallisoletana.

    Successivamente presenti sono rimasti letteralmente affascinati da José Luis Alonso Ponga, direttore del Centro Latinoamericano de Estudios de Religiosidad Popular. Ordinario di Antropología Applicata presso il Dipartimento di Preistoria, Archeologia, Antropologia Sociale e Scienze e Técniche Historiográfiche, Facoltà di Lettere e Filosofía dell’Università di Valladolid, Ponga ha parlato del Rosario in Spagna e del suo rapporto con la religiosità popolare. 

    Più informazioni su