L’istituto ‘De Nobili’ alla ‘Notte dei ricercatori’

Gli studenti delle quinte classi del Liceo cittadino hanno preso parte alla manifestazione promossa dalla Commissione europea

Più informazioni su


    L’iniziativa europea dello scorso 27 settembre ha visto protagonisti anche gli alunni delle classi quinte dell’I.I.S. “ De Nobili” di Catanzaro, rappresentato dalla Dirigente Susanna Mustari. La manifestazione, nata per favorire il dialogo tra scienziati, studiosi e cittadini e promuovere la cultura della ricerca scientifica e la sua integrazione con il benessere e lo sviluppo sociale,, si è tenuta presso l’UMG del Campus di Germaneto “Salvatore Venuta”. Tantissimi gli appuntamenti in programma per i giovani liceali: dopo i saluti introduttivi del Magnifico Rettore, Prof. Giovambattista De Sarro, interessante la testimonianza del Prof. Russo, un ricercatore calabrese di ritorno dalla Svezia che è riuscito a trasmettere al giovane pubblico la passione che anima i ricercatori per la loro attività e, insieme al Rettore dell’UMG, hanno parlato del ruolo della ricerca e dell’importanza che essa riveste anche dal punto di vista sociale. “Per fare ricerca – ha detto il Magnifico- bisogna fare squadra e bisogna trasmettere scienza attraverso la ricerca”.

    Interessante anche l’intervento della Prof.ssa Pavia, coordinatrice del Dipartimento di Scienze della salute, che si è soffermata sul lavoro svolto dal suo gruppo mirato al miglioramento degli stili di vita: partendo, ad esempio, dall’importanza dei vaccini e dall’attenzione verso la salute di tutto ciò che ci circonda (ambiente compreso), ha affermato che “ il metodo scientifico ci libera dai dubbi e ci difende perché la ricerca è al servizio della collettività “. Non sono mancati gli interventi di noti ricercatori che hanno fatto il punto sulle cellule staminali, sul loro uso e la loro applicazione facendo riferimento al caso Stamina e al destino degli embrioni congelati che non possono essere utilizzati in Italia per la ricerca. Una platea mirabilmente coinvolta dall’intervento del Prof. Cerasa che ha discusso dei bisogni fisiologici e psicologici che regolano le varie attività umane e sociali, attraverso un argomento molto caro ai nostri giovani: i videogiochi e il ruolo che essi hanno nella loro vita quotidiana portando a vere e proprie dipendenze.

    Al termine del dibattito, i ragazzi dell’I.I.S “De Nobili” sono stati divisi in gruppi e hanno fatto un tour nei laboratori di geonomica, quello di veterinaria e di parassitologia: un approccio verso gli ambienti che , magari, qualcuno di loro tra poco meno di un anno frequenterà? Ai posteri l’ardua sentenza. La Dirigente esprime i suoi ringraziamenti ai docenti di scienze dell’Istituto, Proff. Costantino, Luci, Ripolo e Sgamba, che hanno guidato e preparato i ragazzi, orientandoli in una prima conoscenza della vita universitaria che presto li attenderà, al fine di valorizzarne i risultati degli ultimi studi liceali, sempre più rivolti alle nuove sfide della sperimentazione ed innovazione tecnologica.

    Più informazioni su