Vigilia di Catanzaro-Francavilla, Auteri: ‘Tanto da farci perdonare’

Il tecnico giallorosso: 'Ci siamo fatti un esame di coscienza collettivo è stata una riflessione lunga e mi auguro che quanto detto sia stato recepito"


di Gianfranco Giovene

«Abbiamo tanto da rimproverarci e farci perdonare: ciò che si è perso non torna più ma bisognerà evitare il ripetersi degli errori». E’ con la consapevolezza di chi sa di averla fatta grossa ma vuole a tutti i costi riparare che il Catanzaro ed Auteri si avvicinano al match di domani contro la Virtus Francavilla. Voltare pagina dopo il magro bottino di fine settembre – solo una vittoria in tre gare e prestazioni altalenanti tra casa e trasferta – è l’obiettivo che i giallorossi si sono dati per il weekend e la settimana appena conclusa, condita da chiarimenti nello spogliatoio e tanto lavoro sul campo, pare aver contribuito a fissare bene la priorità della vittoria. «Ci siamo fatti un esame di coscienza collettivo – ha detto il mister – è stata una riflessione lunga e mi auguro che quanto detto sia stato recepito. Spero si vada in campo con una faccia differente rispetto alle ultime uscite perché l’atteggiamento dimostrato sia a Viterbo che contro il Rieti o la Casertana non va bene e c’è bisogno di molta più attenzione ai dettagli per vincere».

Questo il vero «tallone d’Achille» del gruppo secondo la sua guida: «la mancanza della giusta cura per le piccole cose così come per quelle più consistenti»; e da qui sarebbero nate le due sconfitte fotocopia delle settimane scorse da inquadrare ora come lezioni per il futuro da far fruttare già domani contro la Virtus Francavilla. «Qualcuno ci ha forse dovuto sbattere il muso per capire com’è la realtà – ha sottolineato ancora, con tono deciso – ora però con due facciate prese dobbiamo rimettere al centro la capacità di essere umili e di saper soffrire insieme. Gli errori sono figli della poca concentrazione – ha proseguito – quindi bando alle nevrosi e si pensi a perseverare negli aspetti positivi».

Fermarsi al lato negativo senza pensare al come uscirne sarebbe infatti sbagliato e senza dubbio pericoloso, specie di fronte ad un avversario tosto come i pugliesi, storicamente “pesca punti” al “Ceravolo”. «Non ci sentiamo superiori a loro ma sappiamo come poterli mettere in difficoltà – ha affermato Auteri – La Virtus ha continuato il percorso dell’anno scorso, ha aggiunto giocatori importanti come Perez e Vazquez e di certo non sarà una partita semplice. Prevendita fiacca? Ai tifosi dico che siamo solo alla settima giornata e guai se qualcuno avesse sentenziato già sul nostro cammino in virtù di due sconfitte». Anche perché voltando bene pagina, a ben vedere, si potrebbe scrivere già da subito un capitolo diverso.