Reggina-Catanzaro anticipata al pomeriggio? Si decide domani

Bisognerà attendere la riunione del Gos. L'ipotesi di cambio orario per ragioni di ordine pubblico. Oggi anche Noto a Giovino con la squadra


di Gianfranco Giovene

Bisognerà attendere la riunione del GOS, prevista per domani, per sapere con esattezza quando si alzerà il sipario del “Granillo” sull’attesissimo derby del weekend tra Reggina e Catanzaro. Da calendario la sfida si dovrebbe disputare nel posticipo del sabato sera alle 20.30 ma per questioni di ordine pubblico il match potrebbe essere anticipato al pomeriggio dello stesso giorno o addirittura – ma è un’ipotesi al momento poco gettonata e percorribile – posticipato alla domenica pomeriggio. Già ieri l’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive aveva suggerito l’adozione di particolari misure organizzative per la gara quali la vendita dei tagliandi ospiti riservata ai soli residenti nella provincia di Catanzaro in possesso della tessera del tifoso e a tal proposito la società giallorossa ha quest’oggi comunicato la disponibilità all’apertura dei botteghini dello stadio “Ceravolo” nelle giornate di mercoledì e giovedì (dalle 15 alle 18) per la nuova sottoscrizione o il ritiro delle tessere da parte dei propri supporters.

DAL CAMPO – Questo il contorno dell’avvicinamento alla sfida contro gli amaranto; in campo, invece è proseguita la preparazione, con una seduta un po’ più corposa rispetto a quella della ripresa, ugualmente divisa tra fase atletica e lavoro con la palla. Presente al quartier generale di Giovino anche il presidente Noto che ha assistito all’allenamento in disparte con il diesse Logiudice; assente invece l’allenatore dei portieri Aprile sostituito per l’occasione dal preparatore della Berretti Parrotta. Seduta che ha visto protagonista tutta la rosa ad eccezione degli infortunati Urso e De Risio – quest’ultimo in abiti borghesi e difficilmente recuperabile per il derby – e del trio Casoli, Signorini e Mangni, a lavoro prima in palestra, poi a bordo campo con Mondilla. La preparazione proseguirà domani alle 15.30, sempre al “Mirko Gullì”; da giovedì, poi, le porte dell’impianto di Giovino torneranno a chiudersi per il lavoro  in gran segreto in vista della trasferta sullo Stretto.

FISCHIETTO ED AMMONIZIONE – Ad arbitrare il confronto contro l’ambiziosa formazione di Domenico Toscano sarà Daniele Paterna di Teramo, direttore di gara con cui le aquile possono vantare già quattro vittorie, un pareggio ed una sconfitta. Primo incrocio infausto nel 2015 in Sicilia contro l’Akragas (2-0), poi un bel filotto di risultati positivi iniziato nell’ottobre 2016 contro il Taranto (3-1), proseguito nel 2017 ad aprile contro il Catania (2-1) e a settembre contro il Bisceglie (0-2), per finire poi nel 2018 a Matera (1-1) e nel maggio scorso contro il Trapani con il pirotecnico sei a tre. Assistenti del fischietto abruzzese saranno Ceccon e Cataldo. Dal Giudice sportivo, infine, un’ammonizione ad Auteri relativa all’ultimo match casalingo contro la Virtus Francavilla.