Verso il derby: Figliomeni al centro della difesa, tifosi in fermento

In mediana Maita con Casoli

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    Più consistenza dietro, più qualità nel palleggio nel mezzo: potrebbero essere questi gli accorgimenti del Catanzaro per fronteggiare, sabato sera, la Reggina al “Granillo” e per invertire il nero trend di risultati lontano dalle mura amiche. Un surplus di fisicità ed esperienza nella zona calda con Figliomeni al centro della difesa e Martinelli seconda colonna del trio su uno degli esterni. In mediana invece, vista l’assenza certa di De Risio e l’indisponibilità di Urso, è probabile che si riveda Casoli, reduce da un’ottima prestazione contro la Virtus Francavilla, alla ricerca di conferme nella mattonella che pare senza dubbio a lui più congeniale. Soluzioni provate insieme a tante altre in settimana, chissà riprese in maniera più approfondita oggi nella prima delle ultime due sedute a porte chiuse di Giovino.  Domani la rifinitura e la possibilità di sciogliere gli ultimi dubbi: tra questi anche la maglia da titolare al centro del tridente con il ballottaggio tra Nicastro e Bianchimano.  Sale intanto a trecentocinquanta il numero delle tessere di fidelizzazione di fresco sottoscritte e la vendita dei tagliandi sfonda quota settecento: continua insomma l’onda di entusiasmo giallorosso in vista del big match materializzata in lunghe code ai botteghini di via Paglia, andate avanti ieri fino a quasi mezzanotte e riprese oggi con la stessa intensità. Prevendita che terminerà domani alle ore 19; disponibilità del settore ospiti di 1122 posti. 

    COPPA ITALIA – E volgendo lo sguardo anche al di là del derby c’è anche la Coppa Italia nell’attualità giallorossa: dalla sfida di ieri tra Monopoli e Virtus Francavilla sono state i biancoverdi ad uscirne vincitori e proprio contro di loro il Catanzaro scenderà in campo nel turno di mercoledì 6 novembre.  

    COVISOC – Di oggi anche la notizia della promozione ottenuta dal club dalla Covisoc dopo il periodico controllo sulla gestione. “Assoluta correttezza delle procedure contabili e fiscali” il responso degli ispettori per come recitato da una nota ufficiale. Il sodalizio del presidente Noto si conferma dunque “un esempio virtuoso nel panorama delle società calcistiche professionistiche”.

    Più informazioni su