Giallorossi possono migliorare statistica positiva contro Lucani VIDEO

Le due squadre non pareggiano sal 1966

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    Oltre cinquecento tifosi provenienti dalla Lucania a supporto della capolista; per i giallorossi una passionale chiamata alle armi da parte della Curva che ha fatto segnare ad oggi circa 1800 biglietti staccati per i supporter giallorossi e che ci si augura possa incrementare ancor di più le presenze nella giornata di domani. Va facendosi interessante la cornice della sfida tra Catanzaro e Potenza (calcio d’inizio ore 17.30): per le Aquile sarà anche un nuovo bivio dopo il kappao di Reggio Calabria, un esame che farà da apripista all’altro scontro ravvicinato e fondamentale della settimana contro la corazzata Bari.    

    QUI GIALLOROSSI – Fuori Bianchimano e Martinelli per squalifica, a casa restano anche De Risio ed Urso per infortunio:  il resto della truppa – compreso il rientrato Adamonis – è stato convocato in blocco da Auteri che solo domani scioglierà gli ultimi nodi di formazione. Riggio ha vinto il ballottaggio con Figliomeni e sarà lui a coordinare le operazioni dal centro della difesa, a centrocampo invece Risolo pare in vantaggio su Casoli per affiancare Maita. A sinistra dovrebbe spuntarla Favalli su Nicoletti e Pinna – «ad essere premiato sarà sempre il merito, l’approccio, lo spirito, il rendimento e il possibile apporto al progetto di ognuno» ha puntualizzato Auteri – mentre le condizioni non brillanti di Fischnaller davanti potrebbero indurre a qualche variazione di spartito a beneficio soprattutto di Giannone e chissà anche di Di Livio. «Abbiamo un organico ampio – ha sottolineato l’allenatore giallorosso alla vigilia – le soluzioni per compensare squalificati e infortunati le troveremo».   

    QUI ROSSOBLU – Sulle ali dell’entusiasmo, come detto, l’intero ambiente potentino pronto ad affrontare la prova del “Ceravolo” con la giusta tranquillità data dalla classifica. «Giocheremo su un campo difficile – ha detto il tecnico Raffaele prima della partenza – ci sarà da soffrire ma vogliamo continuare la striscia positiva. Il Catanzaro è una squadra di valore – ha aggiunto – e le assenze contano poco: hanno un parco giocatori ampio e chi entrerà avrà certo i giusti stimoli per far bene». Settimana di lavoro proficua per i rossoblù che giurano di «restare con i piedi per terra» nonostante il primato. Emerson, Giosa e Sales il trio già disegnato davanti a Ioime; a centrocampo l’unico dubbio è tra l’ex Iuliano e Ricci mentre davanti saranno Isgro, Vuletich e Arcidiacono le punte in partenza. Occhio a Dettori, a segno per i rossoblù nell’unico precedente felice al “Ceravolo”.  

    NUMERI – Era il settembre 2006 e con i colpi proprio del suo capitano e di Nolé (doppietta) il Potenza schiantò i padroni di casa per 2-3 (reti giallorosse di Cuffa e Giuntoli). Per il resto il bilancio dei risultati pende nettamente a favore delle Aquile con ben sei vittorie e cinque pareggi: l’ultimo successo è quella dalla scorsa stagione (1-0, gol su rigore di Ciccone) mentre il segno X non esce dal novembre ’66 (2-2).

    Più informazioni su