Omicidio a Lamezia: fermato dai carabinieri il presunto responsabile

E' un lametino di 54 anni. Il movente sarebbe la gelosia 


E’ stato fermato dai Carabinieri il presunto assassino di Angelo Pino, l’ex agente della Polizia penitenziaria ucciso la scorsa notte a Lamezia Terme.  (LEGGI QUI). Ad ucciderlo sarebbe stato Giuseppe Guadagnuolo, lametino di 54 anni: secondo le indagini dei militari, l’uomo avrebbe prima pedinato la moglie di Pino per poi presentarsi davanti casa della coppia quando i due, dopo una serata passata fuori, stavano rincasando.

A quel punto, dicono i Carabineri, accecato dalla gelosia, l’omicida avrebbe sparato 3 colpi con una pistola illegalmente detenuta, colpendo Pino al petto. Nei confronti di Guadagnuolo la procura di Lamezia ha emesso un decreto di fermo. I dettagli che hanno portato al fermo saranno resi noti domani in una conferenza stampa alle 11 presso la caserma del gruppo Carabinieri di Lamezia Terme.