Abramo ha presentato il porto che verrà. Entro due anni (VIDEO)

Incontro pubblico nel quartiere Lido con personalità, politici e semplici cittadini RENDERING E NOTA DEL COMUNE

Più informazioni su


    Nella serata di ieri all’Hotel Perla del Porto, nel quartiere marinaro, in una pubblica conferenza è stato presentato il progetto definitivo dei lavori di completamento del porto di Catanzaro. Il sindaco Sergio Abramo, prima di passare alla presentazione del progetto ha voluto porgere i ringraziamenti all’assessore all’urbanistica Modestina Migliaccio Santacroce ed all’assessore regionale Russo, che si sono resi molto attivi nell’iter procedurale del piano di lavoro inerente al porto.

     L’ingegnere Marco Di Stefano della società Sispi di Napoli, assegnatario del lavoro progettuale si è poi pronunciato sulla globale progettazione e mediante un accurato “rendering” si è potuto visualizzare come il porto cambierà nella sua contestualizzazione.

    L’ingegnere Di Stefano, ha in primis esposto alcuni dati tecnici, che hanno sottolineato delle linee guida in riferimento allo stesso litorale calabro, sottolineando le potenzialità di turismo, ciò detto anche in riferimento alla costa che bagna il capoluogo ed ovviamente il suo porto. Per il nuovo progetto, come specificato dall’ingegnere, sono stati seguiti dei “Target di riferimento”, ovvero, la salvaguardia degli investimenti pubblici già eseguiti, la razionalizzazione delle funzioni, l’ottimizzazione degli spazi e miglioramento della sicurezza (pesca, diporto, bunkeraggio, cantieri, unità navali, trasporto marittimo).

    Nel suo completamento, aumenteranno il numero dei pontili, si avranno pertanto 401 posti barca (da 6 a 24 m), 655 m di banchine e 709 m di pontili (9 pontili galleggianti e 1 pontile fisso ad emiciclo). Inoltre, ci sarà un’area cantieristica attrezzata con parcheggio, rimessaggio, zona lavaggio imbarcazioni e zona per rifornimento carburante. Una “darsena” ospiterà la flotta dei pescherecci, che sarà inserita nell’area già esistente, qui troveranno posto anche i mezzi della Capitaneria di porto.

    Ma la trasformazione portuale interesserà anche altre opere come le vie di accesso che saranno due, percorsi pedonali, punti servizi ad uso dei fruitori, un circolo nautico, tutto ciò includerà nuove e potenziali prospettive, probabilmente anche con navi da crociera con l’uso di shuttle. La programmazione lavorativa, come accennato dall’ingegnere Di Stefano avrà la durata di circa due anni.

    “ Una grande soddisfazione – ha dichiarato il sindaco Abramo – quella di vedere il progetto del completamento del porto nel quartiere Lido, un’opera che costituirà un grande lancio per la città ed il suo futuro. Un plauso va all’intero staff dell’urbanistica che ha molto lavorato per i lavori del progetto del porto e per aver raggiunto tale risultato”. Presenti in sala numerose rappresentanze politiche e personalità, ma ugualmente semplici cittadini che hanno voluto personalmente constatare la trasformazione del porto, una realtà molto importante della città, che potrà diventare un vero trampolino di lancio dal punto di vista economico e produttivo, una nuova fase che permetterà nuovi collegamenti e nuovi stimoli per l’intero tessuto urbano.

    Elisa Giovene

     

    Più informazioni su