Parrocchia di Santa Barbara, Salvatore Rotundo 50 anni da sacrista

Mezzo secolo di attività in parrocchia. Dedizione e passione ricordate in una giornata di festa 

Più informazioni su


    “Sabato 26 ottobre scorso nella Parrocchia di Santa Barbara in S. Francesco di Catanzaro è stata celebrata una grande ricorrenza: il traguardo di Salvatore Rotundo con i suoi 50 anni di operato nella parrocchia, ovvero mezzo secolo da sacrista.

    Una sentita celebrazione eucaristica per festeggiare il nostro Salvatore presieduta per l’occasione dall’ Arcivescovo emerito Antonio Cantisani, che ha esordito nella sua omelia con queste parole  “Grazie per la testimonianza di servizio fedele, cinquanta anni nella comunità vestito di accoglienza, tanti auguri e che il Signore ti conservi lo spirito di cinquanta anni fa’”

    Tutta la comunità parrocchiale era presente per testimoniare quanto ricco e prezioso sia stato il silenzioso e discreto operato di Salvatore, sì, perché in tutti questi anni la sua presenza è stata vigile, attenta e costante. Lui, – scrivono i parrocchiani – sempre lì, davanti il portone principale della Chiesa, a testimoniare che la casa di Dio è perfettamente in ordine e aperta a tutti. Giornate intere trascorse in parrocchia,la sua seconda casa, con la pioggia, sole, neve, vento, temporali, ma anche durante le feste, sacrificando anche la propria famiglia per garantire la sua partecipazione. Anni trascorsi, ma non sempre facili, i periodi brutti si sono avuti, soprattutto con la perdita prematura dalla cara moglie Tommasina, ma, nonostante tutto, Salvatore ha continuato con diligenza e assiduità il suo operato, sotto la guida di ben tre parroci che si sono susseguiti, dal caro compianto don Emilio Voci, con il quale ha iniziato questo lungo cammino, fino ad oggi con accanto don Luciano Palombo, guida attenta e premurosa. 50 anni di lavoro, dedizione e passione, ricordate in questa bella giornata di festa, insieme alla propria famiglia che è stata al suo fianco a testimoniare questo lungo percorso: Anna sua figlia maggiore, insieme alle adorate nipotine. E allora, caro Salvatore, la comunità della Parrocchia Santa Barbara in S. Francesco ti augura di rendere la tua presenza sempre più bella nella nostra  amata chiesa”

    Più informazioni su