Pd, Bruno Bossio: ‘Gratteri ha ordinato di non candidare Oliverio’

Il Pd di Cosenza sta con il governatore uscente. La deputata democrat va giù pesante contro il procuratore di Catanzaro. Oddani della segreteria nazionale democrat replica: 'Gratteri non ha suggerito nulla. Cambiamento richiesto dal buon senso

Più informazioni su


    La direzione provinciale del PD di Cosenza, convocata stamani per discutere delle scelte preparatorie delle prossime elezioni regionali, ha formalizzato la proposta di candidare Mario Oliverio, il presidente uscente della Regione. E’ stato approvato un documento di forte critica alla gestione commissariale del PD calabrese che, di fatto, ha espresso un veto verso un secondo mandato di governo per il presidente uscente. Nel dibattito ha preso la parola Enza Bruno Bossio che nel suo intervento ha affermato “e’ Gratteri che ha ordinato a Zingaretti di non ricandidare il Presidente uscente, Mario Oliverio”. L’affermazione della deputata democrat e’ espressione delle tensioni che attraversano il dibattito interno al PD, alla luce delle recenti inchieste condotte dalla procura della repubblica di Catanzaro che hanno coinvolto i vertici della amministrazione regionale. La riunione ha approvato un documento critico sulla alleanza tra M5Stelle e PD alle elezioni regionali e reiterato la richiesta di elezioni primarie nella eventualita’ di candidature.

    Oddati “Vorrei dire alla On.le Bruno Bossio che il procuratore Gratteri ovviamente non ha suggerito nulla a nessuno. Ed e’ molto triste e grave che si ricorra a questi metodi per alzare polveroni e fuggire dalla realta’. E’ stato semplicemente il buon senso e l’amore per la Calabria a suggerire un processo di cambiamento e un rinnovamento della proposta politica del Partito Democratico”. Cosi’ in una nota Nicola Oddati della segreteria nazionale Pd in replica alle affermazioni della parlamentare Enza Bruno Bossio.

    Più informazioni su