Presentati i Cis: 80 milioni presto cantierabili per il Comune (VIDEO)

500 milioni in tutto per la provincia. Un capitale finanziato disponibile senza molte lungaggini, qualora passi il vaglio della struttura romana di Domenico Arcuri chiamata a validare la rispondenza dei progetti presentati dal Comune ai criteri stabiliti dal ministero del Sud

Più informazioni su


    di EllennE

    Con l’ampia partecipazione del partenariato che nell’arco di tre mesi scarsi ha condiviso incontri e confronti, il sindaco Sergio Abramo ha illustrato nella Sala Concerti di Palazzo De Nobili i progetti inerenti ai Contratti istituzionali di sviluppo elaborati dall’Autorità urbana e che a giorni saranno sottoposti al soggetto attuatore, Invitalia, per l’approvazione e la immediata cantierizzazione.

    Sono progetti che valgono 80 milioni per Catanzaro e complessivi 500 milioni per la Provincia. Un capitale finanziato disponibile senza molte lungaggini, qualora passi il vaglio della struttura romana di Domenico Arcuri chiamata a validare la rispondenza dei progetti presentati dal Comune ai criteri stabiliti dal ministero del Sud: inserimento in un’idea generale di coesione territoriale, integrazione ma non ripetizione rispetto a progetti contenuti in altre fonti di finanziamento, originalità e innovazione.

    Sergio Abramo si è detto sicuro della sollecita approvazione, riservandosi qualche margine di dubbio solo su alcuni punti destinati per altro a essere prontamente superati in una successiva e immediata riformulazione. AL di là degli aspetti più tecnici che Abramo ha lasciato ad AntonioDe Marco, premeva al sindaco sottolineare la novità del metodo utilizzato nel rapido iter che dalla prima idea di “Catanzaro Città Regione e Capitale della Calabria”, ha portato alla rifinitura e aggiunta di “Realtà metropolitana tra i Due Mari”, a significare una capacità di cerniera e un ruolo trainante nell’istmo di Calabria. Dispiace ad Abramo con essere a conoscenza delle difficoltà elaborative da parte della altre Province calabresi, sintomo di una debolezza intrinseca della classe politica calabrese nel farsi guida e anticipatrice di tendenze e soluzion, tanto da rendere necessario richiedere e accettare il contributo di tecnici, ordini e associazioni datoriali e sindacali, unico modo per superare il gap di cultura amministrativa che frena lo sviluppo economico e sociale della regione.

    Una considerazione che il sindaco di Catanzaro pone a suggello della presentazione, che, dopo l’illustrazione puntuale di De Marco ha ricevuto i contributi di Giuseppe Macrì ordine architetti, Gerlando Cuffaro ordine degli ingegneri, Aldo Ferrara Confindustria, Pietro Falbo e Marco Napoli Confcommercio, Maurizio Ferrara Camera di commercio, Antonello Talerico ordine degli avvocati e Francesco Chirillo Confesercenti, Antonio Cimino Cgil. Tutti variamente plaudenti il metodo di condivisione finalmente applicato a priori in fase di proposta e non a posteriori come suggello di scelte compiute in precedenza. Adesso tutti attendono una rapida approvazione il successivo passaggio ai cantieri.

    De Marco ha prioritariamente illustrato la filosofia sottostante agli interventi. Che da un lato si integrano con i programmi già in atto o in gestazione, quali Agenda urbana e Piano strutturale, e in parte assumono carattere risarcitorio nei confronti di un capoluogo che dal suo essere statutario ha ricevuto più penalizzazioni che incentivi.

    Quattro sono gli assi che definiscono le scelte strategiche dei Cis. Li riportiamo di seguito con l’elenco dei progetti proposti e relativo importo.

    a) Sviluppo e potenziamento dell’area direzionale regionale di Germaneto quale “polo” di innovazione in proiezione di funzioni regionali ed extra regionali:

    Progetto per la realizzazione di parcheggi di scambio con la Metropolitana nelle aree strategiche di Germaneto e per la realizzazione dei collegamenti agevolati tra fermata della Metropolitana e nodi prioritari di servizio pubblico (Università- Policlinico, Cittadella Regionale, Stazione FS, Area produttiva, Mercato agroalimentare, ecc.). Importo previsto: Euro 2.000.000,00.

    b) Riqualificazione e recupero del centro storico di Catanzaro, quale misura “risarcitoria” all’attuale tendenza desertificatoria del centro identitario, da destinare a funzioni superiori regionali di Capitale/Capoluogo, e con sviluppo delle sue potenzialità di attrattività economica:

    • Progetto per la realizzazione di spazi aperti commerciali ed artigiani, con dehors all’aperto, a basso impatto urbanistico e strutturale (strutture trasparenti e integrate nell’ambiente) nell’area Nicholas Green del centro storico; Importo previsto: Euro 4.000.000,00. .

    Progetto di recupero della tradizione dell’arte della seta con aree di allevamento bachicoltura, aree di tessitura tradizionale e vendita in centro storico (quartiere Pianicello), e realizzazione di un “Museo dell’arte della seta”; Importo previsto: Euro 1.000.000,00.

    • Progetto per la riqualificazione e riconversione di edifici pubblici in centro storico (Convitto Galluppi) da utilizzare per sedi formative dell’Università; Importo previsto: Euro 15.000.000,00.

    • Progetto per completamento di chiusura con arredo urbano della Galleria Mancuso; Importo previsto: Euro 500.000,00.

    • Progetto di sistemazione con ampliamento dei corridoi sotterranei delle Gallerie del San Giovanni; Importo previsto: Euro 12.000.000,00.

    • Progetto per la realizzazione di un parcheggio sotterraneo su Piazza Prefettura con area attrezzata espositiva e roof-garden di superficie; Importo previsto: Euro 6.000.000,00.

    • Progetti per la realizzazione di “parcheggi di prossimità” in centro storico, supportati da impianti ettometrici di collegamento con le aree strategiche del centro, finalizzati all’alleggerimento dell’acceso veicolare in centro storico e per la sua pedonalizzazione; Importo previsto: Euro 5.000.000,00.

    • Progetto di sistemazione del parcheggio e dell’ascensore panoramico di Bellavista; Importo previsto: Euro 2.000.000,00.

    • Progetto di acquisto e “revampizzazione” di bus elettrici per il trasporto pubblico a navetta in centro storico, con contestuale installazione diffusa delle colonnine di ricarica; Importo previsto: Euro 1.000.000,00. • Progetto per la realizzazione di un sistema di Car e di Bike sharing elettrici; Importo previsto: Euro 1.000.000,00.

    • Progetto per la realizzazione e di marketing turistico del Museo etnografico e delle carrozze di Siano in struttura espositiva a basso impatto ambientale nel Parco della Biodiversità; Importo previsto: Euro 2.000.000,00.

    c) Potenziamento delle infrastrutture civili su Catanzaro Lido nell’ottica della qualificazione dei servizi turistici e di ricettività:

    • Progetto per la realizzazione di una pista ciclabile Stazione FS e F.d.C. Cz Lido/Lungomare/Giovino; Importo previsto: Euro 500.000,00.

    • Progetto di realizzazione del Museo del Mare e delle Tradizioni Marinare (con annesso sommergibile) nell’area portuale; Importo previsto: Euro 15.000.000,00.

    • Progetto per la realizzazione di un ampio parcheggio di scambio a ridosso delle Stazioni FS e FdC di Cz Lido; Importo previsto: Euro 2.000.000,00.

    • Progetto per la realizzazione di un Parco naturale protetto alle “Dune” di Giovino; Importo previsto: Euro 200.000,00.

    • Realizzazione del nuovo Ponte sulla Fiumarella di raccordo del Lungomare; Importo previsto: Euro 3.000.000,00.

    d) Realizzazione di una direttrice ambientale ed ecologica di dimensione europea sull’Asse attrezzato “verde” previsto sul redigendo PSC tra Siano e Giovino, in integrazione con il versante jonico settentrionale:

    • Progetto per la realizzazione di una “Green road” di collegamento tra il Bosco “Li Comuni” di Siano, il Parco della Biodiversità ex-Agraria ed il Parco di Giovino, con l’installazione di strutture leggere ed ecocompatibili di accoglienza turistica e di ristorazione e vendita di prodotti agroalimentari tipici locali; Importo previsto: Euro 2.000.000,00.

    • Progetto per la realizzazione di una “pista ciclabile” protetta mare/monti tra Bosco Li Comuni Siano e area protetta di Giovino; Importo previsto: Euro5.000.000,00.

    • Progetto realizzazione area eventi e visite attrezzata per agriturismo e agricoltura biologica presso Centro innovazione Provinciale Crisea; Importo previsto: Euro 800.000,00. I progetti sono stati approvati come parte integrante della delibera di giunta comunale numero 413 del 31 ottobre 2019. Si replica giovedì a Palazzo di Vetro con i progetti presentati da Provincia e Comuni.

    Più informazioni su