Catanzaro Calcio, in Coppa Italia una squadra inedita

Domani alle 15 al Ceravolo col Monopoli. Giannone Fish possibile duo d'attacco. Spazio probabile anche per Bayeye

Più informazioni su


    Sarà un Catanzaro decisamente inedito quello che domani (calcio d’inizio ore 15) scenderà in campo al “Ceravolo” per affrontare il Monopoli nei sedicesimi di Coppa Italia di serie C. Un Catanzaro insolito negli interpreti – molti dei quali a caccia di minutaggio dopo infortuni o impiego con il contagocce – non però nel modulo che, dopo la positiva prova dello scorso weekend contro l’Avellino, sarà con ogni probabilità ancora il 3-5-2. Niente “gara vetrina” per Adamonis e Calì non convocati da Grassadonia e lasciati ancora ai margini dopo le sanzioni disciplinari comminate dal club in settimana; con loro fuori anche Mangni – ex di turno e protagonista annunciato dell’incontro, costretto al forfait per un problema fisico – lo squalificato Riggio e i non ancora al meglio Celiento, De Risio, Bianchimano. Tra i pali ci sarà dunque Mittica mentre in difesa Pinna avrà la possibilità di mettere un po’ più di benzina nel motore. Panchina in partenza per Urso – forse il più atteso e pronto a subentrare a gara in corso – curiosità tutta per l’esordiente Bayeye e per l’altro giovane Elizalde a cui è probabile verrà affidato il compito di presidiare le fasce laterali. Mediana piena di ballottaggi; Giannone-Fischnaller l’ipotesi d’attacco. Fiacca la prevendita con solo 122 tagliandi staccati, 40 di quali per il settore ospiti. QUI BIANCOVERDI – Senza Maestrelli, Tazzer e Mercadante – rientrati a Monopoli dopo il Rende – e senza neanche Fella alle prese con una bronchite, si prospetta di converso arduo per Scienza il compito di stilare una formazione realmente competitiva per il match. «Teniamo tantissimo alla Coppa Italia – ha detto il tecnico delle gabbianelle – faremo di tutto per superare il turno ma abbiamo solo quattordici disponibili più qualche aggregato dalla Berretti e questo non è sicuramente un bel viatico». Certo l’impiego di Salvemini «entrato per mezz’ora a Rende e pronto per i novanta minuti», per il resto dovrebbe vedersi in campo un Monopoli ampiamente rimaneggiato: Pecorini, De Franco e Ferrara la linea difensiva, Rota, Giorno, Carriero, Tuttisanti e Antonacci al centro; l’altra punta sarà Jefferson. Carezze dal ritiro biancoverde per l’ex Mangni, come detto assente: «A lui abbiamo voluto e vogliamo molto bene – ha detto Scienza – quest’anno sta trovando poco spazio nel parco attaccanti del Catanzaro».

    IL CAMMINO DI COPPA – Per le aquile si tratterà dell’esordio nella competizione di terza serie dopo i due turni giocati ad agosto contro Casertana e Salernitana in quella maggiore. Gara ad eliminazione diretta con in palio l’accesso agli ottavi di finale. In caso di parità al novantesimo si procederà con i tempi supplementari e poi eventualmente con i calci di rigore. Chi la spunterà tra giallorossi e biancoverdi affronterà poi, il 27 novembre, la vincente di Casertana-Bisceglie.

    CATANZARO (3-5-2) : Mittica; Signorini, Figliomeni, Pinna; Bayeye, Tascone, Risolo, Nicoletti, Elizalde; Giannone, Fischnaller. All. Grassadonia MONOPOLI (3-5-2) : Menegatti; Pecorini, De Franco, Ferrara; Rota, Giorno, Carriero, Tuttisanti, Antonacci; Jefferson, Salvemini. All. Scienza

    Gianfranco Giovene

     

    Più informazioni su