Catanzaro avanti in Coppa: Monopoli battuto 2-0

Fischnaller e Giannone firmano la vittoria contro i pugliesi: accesso agli ottavi conquistato

Più informazioni su


    CATANZARO (3-5-2) : Di Gennaro; Martinelli, Figliomeni (31’st Signorini),  Quaranta; Statella (36’st Urso), Risolo (16’st Tascone), Maita, Di Livio (16’st Casoli), Nicoletti; Giannone (31’st Kanoute), Fischnaller. All. Grassadonia. A disp: Mittica, Favalli, Elizalde, Novello, Nicastro, Pinna, Bayeye.

    MONOPOLI (3-5-2) : Menegatti; Ferrara, De Franco, Pecorini; Rota (41’st Mariano), Carriero, Giorno (41’st Nina), Tuttisanti (31’st Piccinni), Antonacci; Cuppone (18’st Nanni), Jefferson. All. Scienza. A disp: Antonino, Milli, Cavallari, Di Pinto.

    MARCATORI : 3’st Fischnaller, 30’st Giannone (C)
    AMMONITI : Figliomeni, Martinelli, Urso (C)
    ANGOLI : 3-2
    RECUPERO : 0’pt – 3’st
    ARBITRO : Acanfora di Castellammare di Stabia. (Assistenti: D’Apice e Somma)
    NOTE : Spettatori 768

    Un primo tempo decisamente sottotono, poi due fiammate improvvise nella ripresa regalano al Catanzaro di Grassadonia il passaggio del turno in Coppa Italia. Monopoli sconfitto al “Ceravolo” per due a zero con le reti firmate da Fischnaller in apertura e da Giannone – direttamente dal corner – ad un quarto d’ora dal termine. Aquile che agli ottavi affronteranno la vincente di Casertana-Bisceglie.  

    CRONACA – Altro che turnover: Grassadonia stupisce tutti mandando in campo una copia solo leggermente rivista della formazione titolare con Giannone e Fischnaller davanti e Di Livio al rientro dopo lo stop. L’ovvio contrario di Scienza costretto invece a fare di necessità virtù già dalla vigilia e a rinunciare anche a Salvemini per infortunio nel riscaldamento: al suo posto Cuppone. Gara per pochi intimi: sugli spalti circa ottocento spettatori. 

    Primo tempoSenza scossoni la prima frazione di gioco con il Catanzaro impreciso nel possesso e il Monopoli che si fa preferire per manovra, velocità e freschezza. Biancoverdi pericolosi al quattordicesimo con una discesa di Jefferson vanificata davanti a Di Gennaro per un errore nel controllo; giallorossi che si affacciano per la prima volta davanti al minuto ventiquattro sfruttando l’asse Nicoletti-Di Livio: il numero venti però tarda l’esecuzione e la difesa mura. Passano dieci minuti e le gabbianelle ci riprovano: Rota in serpentina semina il panico tra Quaranta e Figliomeni – para a terra Di Gennaro – poi è Cuppone ad impensierire con un tiro da fuori. Per le aquile poco – troppo poco – per trovare la via della rete: al trentottesimo Fischnaller e Giannone combinano nello stretto in area ma ancora una volta la conclusione è debole e non procura apprensioni. 

    Secondo tempo – Nessun cambio alla ripresa ma una fiammata improvvisa in apertura che riscalda il “Ceravolo”: Di Livio con una botta dalla distanza centra la traversa, sulla ribattuta è rapace Fischnaller che insacca da due passi per l’uno a zero. Via alla girandola delle sostituzioni subito dopo: Grassadonia ritocca il centrocampo con Tascone e Casoli – fuori Di Livio e uno spento Risolo – Scienza invece puntella l’attacco con Nanni – fuori Cuppone. Si arriva alla mezzora a ritmi blandi quasi soporiferi ed è un’altra fiammata, firmata questa volta Giannone, a rompere la stasi: direttamente dalla bandierina il numero dieci pesca il jolly trafiggendo Menegatti e chiudendo virtualmente i conti del match e della qualificazione. Monopoli che accusa il colpo e al trentatreesimo rischia anche di subire la terza marcatura: Fischnaller e Kanoute – subentrato a Giannone – duettano bene in area, il tiro del franco senegalese in scivolata però non è potente e viene bloccato in presa bassa dal portiere. Spazio ad Urso verso il novantesimo – out Statella – e ben poco da segnalare in fatto di occasioni da ambo le parti. Il triplice fischio chiude la contesa regalando alle aquile l’accesso agli ottavi di finale. 

    Gianfranco Giovene

    Più informazioni su