Accademia belle Arti: da lunedì attività didattica all’ex Educandato

Lo rende noto la stessa Accademia che però aggiunge: cinque delle undici scuole resteranno all'Einaudi per carenza di spazio

Più informazioni su


    Finalmente ci perviene la certificazione ufficiale della tanto attesa agibilità della sede ex Educandato. – conferma in una nota stampa l’Accademia delle belle Arti. Ringraziamo gli Uffici Comunali per il conseguimento di questo primo traguardo, che è il primo reale passo verso la nuova collocazione dell’Accademia. La nostra è un’Accademia che vuole essere nel centro della città e al centro del fermento culturale cittadino con iniziative e progetti di spessore. Affinché ciò accada chiediamo il sostegno di tutti – Pubbliche Amministrazioni, fondazioni, associazioni, etc. – per operare in sinergia nell’interesse dei giovani, a sostegno della cultura e di quel senso civico, di cui l’arte è portavoce. 

    Da domani saremo nella sede dell’ex Educandato per avviare le procedure utili alla distribuzione interna dei locali; da lunedì si avvierà ufficialmente l’attività didattica, che vedrà coinvolte Sei scuole dell’ABA. Le attività delle restanti cinque Scuole, che completano la nostra offerta formativa, al momento continueranno a svolgersi presso la sede dell’ex Einaudi, poiché per questioni di spazio non possono essere ospitate nella prestigiosa sede di via Gelso Bianco, che risulta essere troppo piccola per offrire “casa” a tutti i nostri studenti e docenti.
    Siamo fiduciosi di poter continuare a lavorare con l’Amministrazione Comunale e con l’Amministrazione Provinciale – che in questi giorni sta approvando un progetto di didattica pubblica presso i Musei di propria pertinenza – per garantire, nell’imminente, agli studenti un futuro stabile e solido, a partire dalla certezza di luogo ospitale in cui potersi formare”.
     

     

    Più informazioni su