Regionali, vertice per il centrodestra

Quanto sta accadendo intorno alle due principali coalizioni politiche è quasi paradossale. L'incertezza regna sovrana

Più informazioni su


    Domani, tra poche ore, nel weekend. Fino a qualche giorno fa parlando e scrivendo di elezioni regionali erano questi i termini usati per definire la tempistica di chiusura trattative. Ad oggi sui tempi l’uso del condizionale è ancora più d’obbligo. Perché quanto sta accadendo intorno alle due principali coalizioni politiche è quasi paradossale. L’incertezza regna sovrana. Proliferano i nomi. Si moltiplicano le ipotesi. Se ne spolverano vecchie. Ma non escono nuove.

    Perché ad oggi la situazione per quanto riguarda centrodestra e centrosinistra è, ancora, la seguente: centrodestra, resiste la partita tra Sergio Abramo e i fratelli Occhiuto (si torna a parlare dell’opzione Abramo). Si rispolvera l’opzione Mangialavori. E si parla di un vertice previsto per domani tra alcuni big del centrodestra. In casa centrosinistra si ragiona sull’opportunità Franco Iacucci da contrapporre a Mario Oliverio. E si rispolverano nomi già usciti negli ultimi mesi. Insomma il caos.

    A.B.

    Più informazioni su