Presentato il programma delle iniziative di Natale del quartiere Lido

Si parte sabato 30 novembre con l'inaugurazione dei mercatini di Natale in Piazza Brindisi e il villaggio di Babbo Natale allestito sotto il grande albero illuminato di 12 metri

Più informazioni su


    Un ricco programma di eventi e attività per tutti i gusti animerà il quartiere Lido nel periodo delle festività. Ad illustrare il programma a Palazzo de Nobili sono stati il consigliere comunale Antonio Ursino, il direttore artistico Francesco Iaconantonio e il presidente dell’associazione Il Cilindro, Maria Ferragina. Si parte sabato 30 novembre con l’inaugurazione dei mercatini di Natale in Piazza Brindisi e il villaggio di Babbo Natale allestito sotto il grande albero illuminato di 12 metri, spazio che vedrà svolgersi in tutti i weekend spettacoli e momenti di animazione. Dall’1 dicembre verranno accese le luminarie artistiche in Piazza Garibaldi, Via Bausan e Via Gulli. L’ 8 dicembre tornerà l’abituale appuntamento su corso Progresso e Piazza Garibaldi con la nona edizione di MariNatale. Nello stesso giorno, e fino al 6 gennaio, sarà visitabile anche la mostra di presepi artigianali all’interno della canonica della Chiesa Santa Maria di Porto Salvo. Il 20 dicembre si proseguirà con la seconda edizione di Natale Marino in Piazza Dogana con gli stand di Natale di creativi ed hobbisti, degustazioni enogastronomiche e musica dal vivo.

    “Abbiamo lavorato per mesi incessantemente con dedizione e grande impegno – hanno sottolineato Ursino e Iaconantonio – con l’intento di realizzare un cartellone di eventi natalizi capace di abbracciare quasi tutto il quartiere Lido e far vivere ai cittadini la magia del Natale”. “L’amministrazione comunale – ha aggiunto Ursino – e ringrazio il sindaco Abramo e gli assessori Lobello e Sculco, come ogni anno ha patrocinato gli eventi che offriranno l’occasione di trascorrere dei momenti all’insegna dell’aggregazione e del divertimento. E non mancherà anche l’impegno sociale con la raccolta fondi a sostegno della fondazione Telethon”.

    Più informazioni su