Quantcast

Erasmus+: alla Mattia Preti la nomina ambasciatori catanzaresi

La scuola del capoluogo coordinatrice di un progetto europeo

Più informazioni su


    Si è svolta, presso la sala teatro dell’Istituto Comprensivo “Mattia Preti” di Catanzaro, la manifestazione per la nomina degli studenti ambasciatori del progetto Erasmus+: “F.O.O.D. is Friendship, Opportunity for Obscuring Disadvantage” di cui la scuola è coordinatrice. Ha aperto l’incontro il Dirigente Scolastico Prof. Angelo Gagliardi illustrando l’alta valenza educativa e formativa che riveste il progetto europeo e come questo, per la sua fattiva realizzazione, coinvolgerà l’intera città di Catanzaro attraverso collaborazioni con enti e diverse associazioni presenti sul territorio, quali la Fondazione “Città solidale ONLUS” e l’associazione “Catanzaro è la mia città”. Molto apprezzato l’intervento della Prof.ssa Rosa Suppa, referente pedagogica eTwinning dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, la quale, oltre a descrivere l’importante attività di formazione eTwinning ed Erasmus in programmazione nella nostra regione per il prossimo biennio, si è soffermata sul ruolo degli “ambasciatori” intesi come divulgatori della cultura regionale e nazionale all’estero.

    Presente anche la Dott.ssa Concetta Carrozza, già Dirigente scolastica ed assessore alla pubblica istruzione del comune di Catanzaro, la quale si è congratulata con l’istituto per essere riuscito ad ottenere il finanziamento dei partenariati strategici ed ha espresso la piena disponibilità dell’amministrazione comunale a supporto della buona riuscita delle manifestazioni previste in città nella prossima primavera.

    L’Insegnante Maria Benincasa, coordinatrice del progetto, coadiuvata da una rappresentanza dei docenti del team Erasmus+, ha presentato le cinque scuole partners della Grecia, Portogallo, Polonia, Romania ed Italia, le attività che gli alunni andranno a svolgere sia durante le mobilità nei paesi europei sia a scuola, attraverso le quali si faranno promotori in Europa delle tradizioni culturali ed enogastronomiche catanzaresi ed infine sono state illustrate anche le attività che si svolgeranno durante il meeting del mese di maggio 2020, durante il quale la scuola ospiterà ventisette alunni e undici docenti europei.

    Il momento conclusivo della manifestazione si è svolto in un’atmosfera gioiosa con la consegna agli alunni di cappellini, braccialetti e maglie che li identificano come ambasciatori del progetto. Numerosa la partecipazione dei genitori che saranno anch’essi parte attiva del progetto e che collaboreranno con la scuola per lo svolgimento di attività che li vedranno impegnati in prima persona al fianco dei propri figli, con lo scopo di creare una sinergia educativa che aiuti gli alunni a maturare la consapevolezza di essere persone chiave per la crescita e lo sviluppo della nostra società.

    Più informazioni su