Regionali, Santelli: ‘Pronta a guidare la Calabria’

Conferenza stampa della candidata di un centrodestra tornato compatto. 'Occhiuto? Non ho nulla da rispondergli'

Più informazioni su


    “Sono pronta a diventare Presidente della Regione”. A dirlo Jole Santelli, deputata di Forza Italia candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria. Santelli stamani ha incontrato la stampa insieme agli alleati, il commissario della Lega Christian Invernizzi ed il commissario di Fratelli d’Italia Wanda Ferro. All’incontro ha partecipato anche l’ex presidente di Confindustria Reggio Calabria Giuseppe Nucera che ha annunciato la rinuncia alla candidatura alla presidenza a capo di una lista civica e l’adesione al progetto di Jole Santelli. “Sono uscita fuori – ha detto la candidata del centrodestra – grazie al fato e questo dimostra che non c’è volontà di potere nella nostra proposta. La parola che vogliamo cancellare è speranza perché ci dà l’immagine di una Calabria disperata che vogliamo respingere. Questa regione deve riacquistare il senso della normalità perché i diritti devono essere ordinari. Non mi sentirete parlare mai del termine legalità perché la legalità è una precondizione della politica”.

    Ad Occhiuto? “Non rispondo nulla, quello che ho visto in questi giorni e’ un altro Mario”. Continua Santelli rispondendo ai giornalisti che le hanno chiesto un commento sulle dichiarazioni del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, che l’ha accusata di “tradimento” politico. “Mi lascia onestamente – ha aggiunto la Santelli – abbastanza interdetta. Siccome ho conosciuto per molto tempo un altro Mario preferisco pensare a quello”. Alla domanda su quanto influira’ l’eventuale corsa in autonomia dello stesso Occhiuto in contrapposizione al centrodestra, Santelli ha osservato: “Lo decideranno i calabresi. Non ho mai visto i sondaggi, non sono innamorata dei sondaggi, quando c’e’ un tratto di strada davanti si cammina e poi alla fine – ha concluso la candidata governatore del centrodestra – si tirano le somme”.

    Invernizzi, dal canto suo, ha sostenuto che ogni volta che “si inizia una campagna elettorale, si costruisce una base di certezza. Siamo contrapposti a chi fa dell’alleanza una marmellata. Vogliamo una regione che abbia un organismo istituzionale che punti alla programmazione e allo sviluppo. Noi vogliamo una campagna elettorale rispettosa e siano certi che avremo la prima Presidente donna della storia”. Considerazione espressa anche da Wanda Ferro secondo la quale “Jole farà la storia e sarà la prima donna Presidente della Regione Calabria. Chiudiamo la triste stagione di Oliverio – ha aggiunto – e apriamo una stagione di primavera con un centrodestra unito e coeso. Siamo tutti intorno a Jole Santelli e la prima necessità è rivedere la macchina burocratica della regione”

    Più informazioni su