Catanzaro, Net4science: ricerca scientifica e valorizzazione aziendale

Primo workshop sul tema al Complesso Monumentale San Giovanni


Net4Science è lo spinoff fondato dal gruppo di ricerca di Chimica Farmaceutica dell’Università Magna Græcia di Catanzaro lo scorso anno esattamente il 18 dicembre del 2018. Esattamente a distanza di un anno il team guidato dal professor Stefano Alcaro ha inteso organizzare un workshop nella splendida cornice del Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro sul tema “Ricerca scientifica e valorizzazione aziendale”, focalizzando su uno degli obiettivi che lo spinoff si pone di trattare, quello dell’agrifood e della nutraceutica. L’invito a partecipare è stato esteso a molte aziende calabresi di tale settore, alcune delle quali hanno seguito i lavori per tutto il pomeriggio.

Il professor Alcaro si è soffermato sulle opportunità che il territorio calabrese può cogliere in relazione alle componenti dei prodotti tipici della Dieta Mediterranea, che già dal 2010, l’UNESCO nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Raffaella Boggia, associato di Chimica degli Alimenti presso l’Università di Genova, ha puntato l’accento su alcune tipicità che riguardano il melograno e i gemmoderivati, stimolando la discussione su temi che nel territorio calabrese sono di rilevanza strategica. Sul fronte degli strumenti per l’innovazione, che le aziende del settore agrifood possono utilizzare per effettuare il salto di qualità che li renderebbe più competitivi nel mercato nazionale ed estero, è intervenuto Antonio Mazzei, direttore di Fincalabra e del progetto Calabriainnova. È seguita, quindi, la relazione dell’Avv. Bruno Doria, che ha relazionato su un tema di grande interesse ed attualità, quello dell’equitycrowfunding, uno strumento rivoluzionario per la sostenibilità finanziaria delle aziende del comparto nutraceutico. A stimolare la platea sull’importanza della ricerca scientifica aziendale è, quindi, intervenuto il Prof. Rocco Reina, ordinario di organizzazione aziendale dell’Università Magna Græcia di Catanzaro, che ha stressato il concetto che essa va considerata come necessaria e non un semplice optional, rivolgendosiin particolare alle PMI presenti. Entopan, rappresentata dal Dott. Raffaele Del Monaco, ha infine portato una testimonianza significativa di come si può sviluppare una progettualità etica in ottica di Open Innovation e Digital Transformation.

La tavola rotonda conclusiva è stata affidata a due esperti della materia in campo agroalimentare, ovvero al Dirigente generale di settore Giacomo Giovinazzo e al Presidente del GAL Serre Marziale Battaglia. Entrambi hanno dato vita ad un significativo dibattito con i relatori e i numerosi partecipanti all’evento che operano a livello aziendale e non in Calabria. Molte idee e contatti sono scaturiti da questa discussione, così come estremamente significativo è stato il percorso di formazione, inserito nel modulo CV_S_078, fornito ai dottorandi afferenti ai vari corsi della Scuola di Scienze e Tecnologia della Vita dell’Università Magna Græcia di Catanzaro. A chiudere il primo Net4Science workshop una proposta straordinaria della Chef Nadia Cristina Tappen, che ha proposto ed illustrato tre proposte culinarie generate miscelando sapientemente gli ingredienti del territorio, nel pieno rispetto delle componenti vitaminiche e nutraceutiche che li compongono. Il team dello spinoff ha chiuso l’evento con un brindisi per il primo anno di attività, con l’auspicio di ritrovare i partecipanti anche nel prossimo anno per la seconda edizione del workshop.