Rinascita-Scott, domiciliari annullati per l’avvocato Calabretta

Il riesame accoglie le tesi difensive del legale di fiducia Attilio Matacera. Non vi fu rivelazione di segreto d'ufficio

Più informazioni su


    E’ stata annullata la misura cautelare degli arresti domiciliari a carico dell’avvocato Giulio Calabretta, arrestato nell’ambito dell’operazione Rinascita – Scott.

    I giudici del tribunale del riesame hanno accolto le tesi difensive del legale di fiducia  Attilio Matacera.

    In particolare, nella parte in cui il difensore ha sottolineato che era inesistente il contestato reato di rivelazione di segreto d’ufficio da parte del tenente colonello Giorgio Naselli all’avvocato Giancarlo Pittelli (ambedue arrestati nel corso della medesima operazione) atteso che le informazioni, oggetto del presunto segreto d’ufficio, nel corso di due distinte conversazioni telefoniche avvenute, erano già state ufficialmente e formalmanete acquisite da Giulio Calabretta due mesi prima delle stesse telefonate.

    Dunque, quanto riferito dal tenente colonello Naselli a Giancarlo Pittelli, in ordine a questa specifica posizione, non costituisce rivelazione di segreto d’ufficio, poichè quelle informazioni erano state già messe nero su bianco in un documento ufficiale rilasciato dalla Pubblica amministrazione ben due mesi prima.  

    Più informazioni su