Accusati di furto di legname, in appello ‘Il fatto non sussiste’

Erano stati condannati a 4 mesi di reclusione

Più informazioni su


    La I Sezione penale della Corte d’Appello di Catanzaro in riforma della Sentenza del Tribunale di Catanzaro, con cui erano stati condannati in sede di abbreviato a quattro mesi di reclusione, ha assolto Lia Fioramante, Lia Santo, Pingitore Vittorio e Colosimo Antonio dall’accusa di furto aggravato di legname. Gli imputati, Pingitore e Colosimo difesi dall’avvocato Francesco Ansani, Lia Santo e Lia Fioramante dagli avvocati Saverio Loiero e Vittoria Aversa, erano stati sorpresi nell’anno 2016 intenti a sezionare del legname già estirpato da un cantiere di proprietà dell’Ente Provincia di Catanzaro. Nel corso dell’Appello è stata riconosciuta la mancanza di dolo nella condotta dei predetti soggetti che sono così stati assolti perché il fatto non costituisce reato.

    Più informazioni su