Catanzaro, a Lentini la prima dell’Auteri bis

Domani alle 14.30 per tornare alla vittoria. Esordio per Bleve, Di Piazza e Tulli

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    Un tabù da infrangere: quello delle vittorie esterne che dura ormai dalla terza giornata. Un nuovo capitolo da iniziare nel modo giusto per ricominciare davvero e buttarsi tutte le negatività alle spalle. E’ pronta a ripartire da Lentini la marcia del Catanzaro con Auteri al comando: lì dove lo scorso anno le aquile pescarono un successo fondamentale per la cavalcata al terzo posto ci saranno domani in palio tre punti pesantissimi per rimanere agganciati al treno playoff. Dopo le sconfitte contro Monopoli e Teramo ci si aspetta una reazione: dalla tana dei leoni della Sicula, insomma, si dovrà uscire con lo scalpo avversario in mano. 

    QUI GIALLOROSSI – Mancherà lo squalificato Celiento sul versante destro della difesa: al suo posto Auteri ha in mente di schierare Riggio con Atanasov centale e Martinelli sul lato opposto. Annunciato in porta l’esordio dell’ultimo arrivato Bleve ma quella del “Nobile” sarà soprattutto la “prima” di Di Piazza in attacco nel tridente insieme a Kanoute e Tulli. Da capire se verrà confermata la fascia da capitano a De Risio – alla vigilia Auteri ha fatto capire che il metro di assegnazione per lui è soprattutto l’anzianità e l’esperienza – Corapi farà da motorino centrale – e chissà non possa rilevare proprio lui i gradi nel nuovo corso – con Contessa e Casoli ai lati. 

    QUI BIANCONERI – Reduci dalla sconfitta di misura contro il Bari gli uomini di Grieco sono solo all’inizio di un tour-de-force contro le grandi che proseguirà poi nel weekend con la pericolosa gita di Terni. «Il calendario non ci aiuta – ha detto alla vigilia il difensore Bachini – ma dovremo fare punti in tutti i modi per cambiare la classifica. I giallorossi hanno ritrovato l’allenatore di prima, giocano bene ed hanno elementi importanti. Ci sarà da soffrire e da stringere i denti – ha aggiunto – quando avremo le occasioni dovremo colpire senza mai concedere nulla». Tra i pali ci sarà il fresco ex Adamonis, in mediana le vecchie conoscenze Bucolo e Sabatino; per Lescano dovrebbe essere panchina in partenza: pronti dal primo minuto Scardina e Catania. 

    NUMERI – Equilibrio totale nei precedenti giocati in Sicilia con due vittorie per parte ed un pareggio. Aquile al successo nelle ultime due sfide – nel novembre 2017 con doppietta di Falcone (1-2), l’anno successivo con le reti di D’Ursi e Iuliano. Al signor Marini di Trieste, arbitro di quella gara, è stato affidato il fischietto anche per i novanta minuti di domani (assistenti: Miniutti e Bertelli). Del ’93 l’ultimo acuto bianconero (2-0). 

    CATANZARO (3-4-3) : Bleve; Riggio, Atanasov, Martinelli; Casoli, Corapi, De Risio, Contessa; Kanoute, Di Piazza, Tulli. All. Auteri

    SICULA LEONZIO (3-5-2) : Adamonis; Ferrara, Bachini, Tafa; Lia, Palermo, Bucolo, Maimone, Sabatino; Scardina, Catania. All.Grieco

    Più informazioni su