Quantcast

Lavoratori part time Amc: ‘Il sindaco continua a giocare con 72 famiglie’

Chiediamo un incontro all'onorevole Parentela. Chiediamo trasparenza 

Più informazioni su


    “Vogliamo ricordare e rendere dotti tutte le forze Politiche e l’opinione pubblica dei fatti realmente accaduti in AMC”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa a firma dei lavoratori Part – Time Amc. Secondo il loro racconto “in campagna elettorale il Sindaco Sergio Abramo si è recato presso i locali di AMC invitando tutti i lavoratori Part-Time a fare un piccolo sacrificio invitandoci a tenere duro e di vivere ancora con 900 euro mensili perché non appena le sorti economiche dell’Amc si sarebbero riprese il suo primo impegno da Imprenditore e da Sindaco sarebbe stato di trasformare tutti i lavoratori a FULL-TIME. Nel 2015 il Bilancio di AMC risulta risanato ed in parità di bilancio economico. Nonostante l’enorme sacrificio e chiedendo un incontro al Sindaco Sergio Abramo invitandolo a mantenere gli impegni presi – proseguono i lavoratori nel loro comunicato – lo stesso ci rimandava all’acquisizione dell’impianto Funicolare, chiedendo ancora una volta il sacrificio di Collaborazione tramite i lori delegati (Colace-Siciliani). Gli stessi operatori di esercizio pur vivendo in una situazione lavorativa insopportabile (turni di lavoro massacranti –doppi turni –straordinario ) per garantire il servizio ai cittadini costretti a non rispettare i limiti di velocità , autobus non in sicurezza, abbiamo deciso di collaborare considerato l’acquisto e l’apertura imminente della funicolare terrestre. In modo ufficioso il Sindaco ci comunica che giorno 10 ottobre avrebbe convocato le organizzazioni sindacali per mantenere gli accordi presi. Ma da buon Sindaco e soprattutto persona di parola l’incontro lo rinvia a giorno 13 ottobre per impegni personali. Oggi 12 ottobre, sempre mantenendo la parola da primo cittadino, lo stesso rinvia la riunione a giorno 17 ottobre. Insomma – prosegue la nota – il Sindaco non sa più cosa sottoscrive o cosa vuole realmente. Apprendiamo inoltre che la volontà politica e sindacale è quella di trasformare i Contratti a Full-Time dei solo lavoratori impegnati alla Funicolare e il resto dei lavoratori accontentarli con il solo riconoscimento del quinto giorno lavorativo. Invitiamo ad un’attenta riflessione il Sindaco e i sindacati che questa poca chiarezza non farà altro che continuare la nostra battaglia verso le sedi di competenza”. A seguito di quanto scritto e comunicato, i lavoratori Part – Time chiedono:

    1) uguaglianza tra lavoratori part-time o full-time per tutti o 5 giorni per tutti.

    2) verificare dal 2013 ad agosto 2016 le indennità economiche riconosciute solo ad alcuni part-time amministrativi.

    3) verificare il riconoscimento del parametro professionale ed economico solo ad alcuni dipendenti.

    4) verificare il lavoro svolto nelle proprie mansioni e non “nascosti” nei settori diversi.

    5) verificare un programma di esercizio non fattibile e soprattutto inadeguato ai limiti di velocita’ che violano la stessa ordinanza del sindaco di Catanzaro.

    6) verificare le nomine delle consulenze esterne , capire se c’è stato un bando di selezione o chiamate dirette.

    Infine un gruppo di lavoratori part-Time – conclude il comunicato – chiede pubblicamente che venga fissato un’incontro con il deputato parlamentare Paolo Parentela per la necessita’ di ottenere esclusivamente trasparenza ed uguaglianza.

    Più informazioni su