Quantcast

Inchiesta multe cancellate, chiesto rinvio a giudizio per 35 persone. Anche Abramo e Tallini

Il 27 febbraio le arringhe difensive 

Più informazioni su


    Tutti a giudizio: è la richiesta avanzata dal PM, Graziella Viscomi, questa mattina, nel corso dell’udienza preliminare del procedimento denominato “Multopoli” e relativo all’inchiesta sulle multe cancellate. Inchiesta per la quale, nel febbraio 2016, il PM titolare del fascicolo aveva già chiesto il rinvio a giudizio di 35 persone. Richiesta, quindi, ribadita in aula dal PM al termine della propria requisitoria. Un solo imputato (ovvero Luciano Calabrese che lo ha condizionato a produzione documentale che smentirebbe per tabulas impianto accusatorio) ha chiesto di essere giudicato con le forme del rito abbreviato (cioè allo stato degli atti). L’udienza preliminare  proseguirà il 27 febbraio allorché inizieranno le arringhe del folto collegio difensivo. Secondo il calendario dei lavori stabilito dal GUP, dottoressa Giovanna Gioia, sono previste cinque udienze, l’ultima delle quali fissata per il 19 giugno. Presumbilmente, quindi, entro l’estate si saprà la sorte delle 35 persone finite nel calderone dell’inchiesta Multopoli. Tra di loro anche il consigliere regionale Domenico Tallini e il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo.

     Ricordiamo come le accuse sono diverse e vanno dall’associazione a delinquere alla truffa aggravata, dall’abuso di ufficio alla falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, nonché falsità materiale commessa dal privato e simulazione di reato.

    Questo l’elenco delle persone di cui è stato chiesto rinvio a giudizio: : Massimo Lomonaco, Stefania Lo Giudice, Salvatore Tarantino, Giuseppe Antonio Salerno, Domenico Tallini, Sergio Abramo, Carlo Nisticò, Domenico Amico, Adelina Angotti, Rosaria Paola Barbuto, Francesco Basile, Luciano Calabrese, Antonio Celi, Rocco Cristallo, Maria Teresa De Masi, Maria Teresa Di Martino, Ubaldo Errigo, Ivan L’Arocca, Vincenzo La Croce, Rosario Lo Stumbo, Orlando Nisticò, Antimo Paternuosto,  Francesco Pellegrino, Umberto Raimondo, Giovanni Rubino, Gianfranco Rotundo, Alessandro Rubino, Leonardo Rubino, Luigi Sacco, Luigi Talarico,Ivan Tucci, Pasqualina Usai,  Maurizio Valente, Luigi Veraldi e Santo Veraldi.

    Più informazioni su