Quantcast

‘Albero europeo dell’anno’: il platano di Curinga si aggiudica il secondo posto

Nuovo importante riconoscimento per la pianta millenaria. L'assessore regionale De Caprio: 'Ambasciatore della bellezza della Calabria nel mondo'

Il platano di Curinga riceve  il secondo posto al concorso per l’albero europeo dell’anno 2021.

E’ quanto ha stabilito il concorso Treeoftheyear che ogni anno incorona una pianta secolare attraverso un sondaggio online.  Come è noto  si pensa che furono i monaci basiliani a piantarlo mille anni fa presso l’eremo di Sant’Elia.

Primo classificato è risultata invece la millenaria Carrasca di Lecina, in Spagna. erzo classificato l’antico Sicomoro della Russia (284 anni) custode di una moschea del Daghestan. I vincitori sono stati annunciati durante una cerimonia online dall’Environmental Partnership Foundation, la ong ceca che ogni anno premia le piante più significative del continente.

«Siamo fieri del riconoscimento ottenuto dal Platano di Curinga che è un ambasciatore della bellezza della Calabria nel mondo. Ringrazio il sindaco e la cittadinanza per la sensibilità e l’attenzione con cui lo circondano. Abbiamo il dovere di tutelarlo e valorizzarlo. E lo faremo».
Lo dichiara l’assessore regionale all’Ambiente Sergio De Caprio dopo i risultati finali del concorso “European Tree Of The Year 2021”.

L’anno scorso il platano di Curinga si era aggiudicato il primo premio “Tree of the Year 2020”.