Quantcast

Affidato realizza croce pettorale per Monsignor Nostro foto

L’opera e stata consegnata al neoeletto Vescovo dal Sindaco Giovanni Macri assieme all’orafo crotonese

Si è svolta nella giornata di sabato 24 ottobre, all’interno del Duomo di Tropea, la messa di ringraziamento per la Beatificazione di Don Francesco Mottola, alla quale ha presieduto S. Ecc.za Rev.ma Mons. Attilio Nostro, nuovo Arcivescovo della Diocesi Mileto-Nicotera-Tropea. La città, alla presenza dell’amministrazione comunale, autorità civili, militari e numerosi fedeli, ha potuto così accogliere il Pastore, insediatosi lo scorso 2 ottobre ed alla sua prima visita ufficiale con i fedeli della città sul tirreno. Per questa occasione è stato dato incarico al maestro orafo Michele Affidato, di realizzare uno dei simboli episcopali che accompagneranno la missione pastorale di Mons. Nostro: la Croce Pettorale. Questa non ha valenza né di ornamento né di gioiello, ma è simbolo prezioso della fede e segno visibile e materiale del legame con Cristo, oltre a denotare la dignità di chi la porta. La croce in argento, laminata oro, realizzata in stile bizantino è cesellata interamente a mano . Nella parte centrale è stata raffigurata la Madonna di Romania, patrona della città di Tropea, mentre nei 4 lati sono state incastonate quattro pietre di topazio azzurro naturale che vogliono significare l’azzurro del mare di Tropea. La Croce Pettorale, dono dell’Amministrazione comunale, che ha così salutato l’ingresso di Mons. Nostro, è stata consegnata all’Arcivescovo, al termine della santa messa, dal Primo cittadino Avv. Giovanni Macrì, assieme al maestro orafo Michele Affidato, insignito da poco più di un mese, della cittadinanza onoraria del comune di Tropea.