Catanzaro: “Degrado in piazzetta ai Giardini San Leonardo” foto

Giuseppe Buccolieri: "Da anni ai giardini vige il fai da te, e la legge del più forte. Fioriere abbandonate, marciapiedi invasi da piante spontanee"

Continua inesorabile sotto gli occhi dei cittadini, il degrado dell’inservibile piazzetta, avallato dall’indifferenza di chi amministra la Città Capoluogo.
Ormai da anni ai giardini vige il fai da te, e la legge del più forte. Tutti i cittadini notano che la piazzetta ormai e’ diventata un libero parcheggio che ne impedisce la lecita fruibilità, ma i consapevoli addetti ai lavori restano imperterriti seduti in poltrona, nella stanza dei bottoni.
Nessuno dei Sig.ri Amministratori si fa vedere nei pressi dei giardini, per constatare personalmente il disordine e il degrado che si consuma giornalmente. Fioriere abbandonate, marciapiede e aiuole invasi da piante spontanee in Via Piave.

Macchine posteggiate in piazzetta tra le fioriere, nonostante la presenza di un isolato e timido segnale verticale, indicante il passaggio ai soli pedoni. E ancora, panettoni stradali o dissuasori divelti e sparsi ovunque. Udite udite, il tutto sotto l’occhio vigile delle tante telecamere installate ma nessuno vede nulla. C’è dell’altro Sig.ri, cosa pensare della promessa pensilina fatta ai cittadini, nello spazio ex edicola di Via Barbaro? (solo chiacchiere).

Un tempo si diceva promesse da marinaio, oggi come si potrebbe dire? Mah.
Più volte lo scrivente, facendosi portavoce, con discrezione ha segnalato l’inefficienza della piazzetta tenuta sempre alla men peggio. Quanta incuria e quanta indolenza da chi è preposto al controllo e al miglioramento del vivere civile. Chi tanto dice si chiede se è lecito che un intero quartiere debba accettare in silenzio, e convivere giornalmente con un continuo degrado. L’unica nota positiva è che i giardini vengono al momento, e sottolineo al momento, tenuti rigorosamente puliti.

Si ricorda ai Sig.ri Amministratori, che per legge dell’UOMO e non della natura, degrado porta degrado. Infatti dopo una riparazione in piazzetta per una perdita di acqua, non si è provveduto a pavimentare con mattonelle da capitolato già esistenti, bensì con un semplice battuto di cemento, tanto nessuno interviene, nessuno controlla tutto tace, e allora? Sig.ri Amministratori non me né vogliate, non sempre si può far finta di non vedere, ma siffatto degrado offende l’intelligenza di ogni attento e diligente cittadino.
Ormai è un fatto acclarato che a Catanzaro la cura degli spazi verdi e degli arredi urbani è una vera chimera.
Anche gli spazi verdi, e aiuole a parere personale, dovrebbero rappresentare il grado di efficienza di chi amministra una comunità. Chi scrive, sottolinea che ordine e verde pubblico fanno l’orgoglio di una Città.
Purtroppo così come è mantenuta la piazzetta, e dato il perdurare assordante silenzio, la stessa rispecchia solo l’indifferenza e l’inefficienza della macchina amministrativa.

A quando un nuovo restyling dei giardini! e legalizzare con l’occasione i parcheggi dell’ inutile piazzetta? Chi tanto dice non va oltre e si ferma qui. Anche perché ci sarebbe tanto da dire sulla scarsa manutenzione del verde in Villa Margherita. Alla luce di quanto sopra allo scrivente piace ricordare che innamorarsi della propria Città, è come dipingere un quadro sospeso nell’azzurro cielo
Giuseppe Buccolieri