Quantcast

Catanzaro rende omaggio all’artista Domenico Cefaly foto

Inaugurata la mostra presso l'Archivio storico Comunale a dieci anni dalla scomparsa del pittore di Cortale

Più informazioni su


    Catanzaro rende omaggio a Domenico Cefaly a dieci anni dalla scomparsa. E’ stata inaugurata ieri presso le sale dell’Archivio Storico Comunale, sulla Terrazza del Complesso Monumentale del San Giovanni, la mostra “Domenico Cefaly, la forza della tradizione” promossa dalla Fondazione Andrea Cefaly in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro. L’esposizione raccoglie circa 30 opere pittoriche di proprietà dei familiari dell’artista nato a Cortale nel 1932 che ha offerto una personale ed originale rilettura del tema e dello stile espressionista negli anni ’60 ben rappresentato da Carlo Levi e Fausto Pirandello, artisti di fama nazionale premiati per diverse volte in Calabria. Avviato alla professione dell’arte dallo zio Andrea Cefaly Junior sin da tenerissima età – ha affermato nel corso dell’inaugurazione il vice presidente della Fondazione, Alessandro Russo – Domenico compì l’apprendistato artistico a Roma con Michele Guerrisi, scultore di Cittanova e autore tra gli altri del Monumento ai Caduti di Catanzaro. Cefaly riscoprì la pittura dopo il ritorno in Calabria quando, di nuovo accanto allo zio, riprese a dipingere mettendo in mostra una grande creatività sfociata nella realizzazione di celebri testimonianze lasciate in eredità come la “Novella strage degli innocenti di Crichi”, esposta nel Comune di Simeri Crichi, e la “Madonna delle Nevi” per la chiesa matrice di Girifalco.

    La mostra ha visto il coinvolgimento attivo della Fondazione Andrea Cefaly che, dopo l’iniziativa dedicata a Giuseppe Rito, ha voluto offrire ai catanzaresi l’occasione di riscoprire le opere di un artista calabrese poco celebrato e “persona riservata e aperta al confronto che nutriva rispetto per tutti”, come ha sottolineato il presidente della Fondazione, Ketty Cefaly, ricordando la figura dello “zio Mimì”. L’assessore alla Cultura, Luigi La Rosa, ha quindi rivolto il proprio plauso ad un’iniziativa che “ha visto tanti giovani collaborare con entusiasmo all’allestimento della mostra nell’auspicio di poter trasferire l’esposizione, entro fine mese, nei locali del complesso San Giovanni adibiti a spazio museale”. Presente anche il sindaco di Girifalco, Mario Deonofrio, il quale ha ricordato, inoltre, l’impegno che l’artista ha profuso in tutti i campi sul suo territorio riconosciuto anche dall’amministrazione che di recente ha voluto stampare e regalare ai cittadini un piccolo calendario a lui dedicato. Profondamente emozionata anche la moglie dell’artista, la signora Giuseppina, che ha sottolineato la grande riconoscenza e stima che il paese ha sempre nutrito nei confronti di Cefaly. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 29 aprile il martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13 ed il mercoledì dalle 14 alle 18. 

    Più informazioni su