Alla Biblioteca De Nobili la presentazione del volume “I ragazzi della Fiumarella”

Il rimorchio delle Calabro Lucane si staccò dalla sua motrice e, precipitando da un viadotto alto 47 metri, consegnò 71 anime alla prematura e straziante morte

La biblioteca De Nobili ricorda, a distanza di 58 anni, il più grave deragliamento mai avvenuto in Italia, la Fiumarella, con la presentazione del libro “I ragazzi della Fiumarella. Un disastro ferroviario a colori. E poi?”, del giovane studioso di Decollatura Giovanni Petronio, da poco riedito in una nuova ed aggiornata versione.

La storia

Era la mattina del 23 dicembre 1961 quando in prossimità della stazione di via Milano, il rimorchio delle Calabro Lucane si staccò dalla sua motrice e, precipitando da un viadotto alto 47 metri, consegnò 71 anime alla prematura e straziante morte. La comunità più colpita fu Decollatura, con 31 morti, la maggior parte composta da adolescenti! Una generazione per intero fu azzerata quasi completamente e, il loro esempio sembrava quasi destinato ad essere avvolto nel nastro inesorabile dell’oblio del tempo, fino a quando non è arrivato Giovanni Petronio, che ha voluto riprendere le fila di quelle storie!

L’appuntamento è per giovedì 13 febbraio a partire dalle 16,30 presso la Sala Placanica dove accanto all’autore, che porrà l’attenzione sia sulla memoria storica della vicenda e sia sulle attuali situazioni della linea, interverranno l’On. Giuseppe Soriero, ex sottosegretario ai trasporti e curatore della postfazione, la dott.ssa Anna Maria Cardamone, già sindaco di Decollatura, ed infine Eugenio Adamo, ex sindaco di Decollatura, superstite della sciagura, che racconterà le emozioni vissute.