In una rappresentazione teatrale la vita e il sacrificio di Carmela Borelli

A Sersale questo pomeriggio un progetto curato dal consigliere delegato alla cultura, Tommaso Stanizzi, e fortemente voluto dalla città guidata dal sindaco Salvatore Torchia.

Omaggio sentito a una donna che ha dato la vita due volte: quando l’ha generata, quando l’ha difesa.

Sersale non dimentica Carmela Borelli, la donna che difese, 21 febbraio 1929,  i suoi figli Costanza e Francesco da una bufera di neve, coprendoli  con i propri abiti, conscia del fatto che la sua vita finiva lì.

La   storia di sconfinato coraggio sarà il focus di un rappresentazione teatrale che avrà luogo, oggi, domenica 16 febbraio 2020, ore 17.30, presso auditorium “Fabrizio De Andrè” di Porta del Parco.

L’iniziativa è dell’associazione “Gocce di storia” in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Sersale che quest’anno festeggia i 400 anni di vita con la narrazione delle biografie dei personaggi che hanno fatto la storia del paese.

Un progetto curato dal consigliere delegato alla cultura, Tommaso Stanizzi, e fortemente voluto dalla città guidata dal sindaco Salvatore Torchia.

Enzo Bubbo