La sartoria diventa sociale con il progetto “Spola”

“Fare la spola” indica l’andare avanti e indietro con continuità tra un punto e l’altro…tra la disoccupazione e l’occupazione, tra il recupero e lo sperpero, tra lo scarto e la creazione, tra l’esclusione e l’inclusione..
Spola è la sartoria sociale di Meet Project attiva presso il centro polivalente per giovani già da diversi mesi.
Ma di cosa si tratta esattamente? Oggi spola non è altro che una piccola sartoria aperta un giorno a settimana con prezzi competitivi e con possibilità limitate. Ma a cosa aspirano i giovani che hanno dato vita  a questo progetto?
“Sogniamo un laboratorio sociale e formativo che riesca a trarre a sé artigiani e creativi promuovendo l’inclusione e favorendo l’autonomia di persone fragili, un’officina del riuso che oltre alle normali riparazioni ricicli stoffe, esegua restyling di abiti, faccia uso di cotoni naturali come quelli tratti dalla liquirizia e dalla ginestra piante tipiche calabresi e perché no noleggio di abiti da cerimonia e abiti da sposa.
Sabato 29 siete invitati alla nostra inaugurazione che sancisce l’impegno preso con questo sogno! Parleremo di Spola ma non solo… infatti saranno con noi, per parlare dei loro progetti gli amici di Reggio: l’artista Domenico Tramontana e Soleinsieme Sartoria Sociale!”