Quantcast

Donna, ma anche Vitulus, Petrus…e non solo, l’arte di Loreti tornerà ad arricchire il centro storico della città

Gli assessori Cardamone e Lobello pensano ad una mostra permanente almeno fino a Dicembre

Riempire l’isola pedonale di contenuti, non soltanto con spettacoli o manifestazioni, ma anche con installazioni artistiche che possano costituire un’attrattiva per chi passeggia su Corso Mazzini. Ci sta pensando seriamente l’assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro, Ivan Cardamone che, dopo il successo dell’iniziativa “Arte in città” voluta da “Promocatanzaro” – l’azienda speciale della Camera di commercio del capoluogo, in collaborazione con la Fondazione “Rocco Guglielmo” – ha coinvolto l’artista catanzarese Nuccio Loreti per chiedergli la disponibilità di concedere le sue opere affinché facciano bella mostra nel centro storico della città. Una di questa – anche su proposta di Catanzaroinforma.it – è già stata regalata all’Amministrazione comunale: si tratta di “Donna”, la scultura che ha arricchito la bellissima balconata di “Bellavista”.

Se le indiscrezioni troveranno conferma, da qui a breve si potranno tornare a fare i selfie con “Vitulus”, il magnifico toro esposto in piazza Matteotti fino al termine delle festività natalizie, con “Petrus”, il grande cavallo in ferro alto 2,70 metri, e con altre sculture realizzate da Loreti che tanti apprezzamenti ha ricevuto in questi anni.

Tra le opere, anche una straordinaria pantera, ultima fatica dell’artista.
Un’idea, quella dell’esposizione che dovrebbe protrarsi fino al mese di dicembre, apprezzata anche dall’assessore al Turismo Alessandra Lobello, considerato che oltre a incentivare la presenza dei catanzaresi, andrebbe ad arricchire l’offerta per i vacanzieri che decidono di visitare la parte antica della città. Non soltanto musei, chiese, giardini e palazzi storici ma anche sculture dal grande impatto che, c’è da scommetterci, saranno tra i soggetti più fotografati e postati sui social.